facebook rss

“L’Ete Morto è una bomba a orologeria”,
Marcozzi chiede un intervento
immediato alla Regione

SANT'ELPIDIO A MARE - Il capogruppo Fi in consiglio regionale ha presentato un'interrogazione con cui si chiedono misure urgenti per il fiume a cavallo delle province di Fermo e Macerata
mercoledì 15 febbraio 2017 - Ore 16:51
Print Friendly, PDF & Email

 

Il consigliere regionale Fi, Jessica Marcozzi

Non basta un semplice monitoraggio per un fiume, l’Ete Morto, che pende come una spada di Damocle sulla testa della cittadinanza. Nelle scorse settimane, nell’affrontare il tema dell’emergenza neve, ho chiesto alle istituzioni locali e regionali di guardare anche oltre, pensando ai problemi che quella neve avrebbe creato ai nostri fiumi e torrenti. Ed eccoci arrivati al dunque con un Ete Morto che, tra le piogge di questi giorni e lo scioglimento della neve, è a serio rischio esondazione mentre le istituzioni si limitano a dichiarare che stanno monitorando la situazione. Non basta. Siamo purtroppo costretti a prendere atto del fatto che, nonostante i lavori eseguiti in questi anni, la situazione è ancora grave. Gli argini si stanno sgretolando, nel letto del fiume finiscono anche alberi che, invece, dovrebbero essere il più naturale dei freni agli smottamenti. Quel fiume, che statisticamente ha una portata d’acqua contenuta, con le piene diventa una bomba a orologeria. Non bastano le comunicazioni inter-istituzionali. Serve agire, con tempestività e efficienza. L’Ete Morto purtroppo ha nella sua storia anche vicende tragiche che nessuno di noi deve dimenticare. Non possiamo correre il rischio che si ripetano. Per questo motivo ho chiesto all’Amministrazione regionale, con interrogazione, degli investimenti che garantiscano nell’immediato la soluzione del problema. Ho anche sollecitato la Regione affinché si intervenga subito sull’Ete Morto. La sicurezza dei cittadini non può aspettare“.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X