facebook rss

La palla ovale marchigiana
si tinge di rosa

venerdì 17 febbraio 2017 - Ore 20:35
Print Friendly, PDF & Email

L’AQUILA – Domenica 12 febbraio scorso, programma ricco di rugby di incontri al femminile inserito tra le iniziative collaterali all’ incontro Nazionale del prestigioso torneo Sei Nazioni Femminile Italia vs Irlanda disputato presso lo Stadio Fattori alle ore 14,00. Infatti il programma ha visto protagoniste dell’iniziativa le squadre femminili marchigiane con la disputa del raggruppamento valido per la Coppa Italia alle ore 11,00 sull’ impianto sportivo Miconi di Poggio Picenze (AQ), nel quale hanno partecipato oltre le squadre abruzzesi le quattro squadre marchigiane Valmetauro Titans di Urbino, Cus Ancona, Rugby Jesi ’70 e Cus Camerino.

Oltre a questo importantissimo incontro, nella mattina hanno preso piena partecipazione l’ attività rivolta alle ragazze dei settori giovanili con torneo Under 16 e Under 14 delle rappresentative Marche, Abruzzo, Lazio e Campania, dove ancora una volte si sono rese protagoniste con un gioco di buon livello e di capacità tecniche oltre ogni aspettativa delle Spartan Queens Montegranaro per la rappresentativa marchigiana Under 16 e under 14 dal direttore sportivo Gino Rossetti e dai tecnici Gianluca Cappella e Luca Braccio, dove si sono imposte sulle rappresentative regionali Lazio e Campania e riuscendo a contenere le formidabili ragazze della rappresentativa regionale Abruzzo nelle rispettive categorie seguite.

Ricevendo elogi per la qualità di gioco sviluppato durante gli incontri dal Tecnico responsabile dell’ Accademia FIR Lazio Cesare Marrucci e dalla Dottoressa Maria Cristina Tonna, responsabile del settore femminile della FIR che afferma quanto già disposto in sede Federale: ”L’obiettivo a medio termine, per noi, è rappresentato dalla qualificazione al Mondiale del 2017 per la quale abbiamo già posto ottime basi con il terzo posto di quest’anno nel 6 Nazioni  – ha aggiunto Tonna – ma dobbiamo guardare oltre, alla crescita complessiva del rugby femminile in Italia. Quanto ottenuto dalla Nazionale negli ultimi anni è un grande stimolo per tutte le rugbiste italiane e, per noi in particolare, uno sprone a fare sempre di più per sviluppare il nostro settore che già, nell’ultimo anno, ha fatto registrare una crescita di tesserate del 41%”.

Obiettivo appreso e in pieno sviluppo da parte del presidente del Comitato Regionale Maurizio Longhi, sensibile allo sviluppo di tale settore e che afferma: ”Si tratta di un segno tangibile della grande crescita del movimento femminile in regione. Va infatti ricordato come oltre Urbino, Acona Jesi, Camerino, Pesaro, Fano e Macerata anche piccole realtà come quella montegranarese sia in grado di fornire atlete di grande interrese come le Spartan Queens gia vincitrici due edizioni Nazionali dei giochi Sportivi Studenteschi nella specialità rugby dei giochi di squadra”.

 Fotogallery

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X