facebook rss

Bolletta metano Solgas, nessuno sconto né rateizzazione per aiutare i cittadini:
la rabbia di Io Scelgo Fermo

FERMO - Il gruppo, guidato da Pasquale Zacheo, elenca, punto per punto, i nodi centrali del consiglio comunale che ha segnato anche l'uscita della maggioranza dall'aula durante la discussione sull'utilizzo della Sala Rollina
sabato 18 febbraio 2017 - Ore 16:42
Print Friendly, PDF & Email

 

Il primo consiglio comunale del 2017 ha toccato temi molteplici. Dalle accuse lanciate dal Comitato Discarica e nettamente smentite dall’assessore Ciarrocchi alla proposta, bocciata, di andare incontro ai cittadini in difficoltà con il pagamento delle bollette Solgas. Io Scelgo Fermo, per quest’ultimo punto, lancia l’appello al sindaco Calcinaro che si era mostrato possibilista. Il gruppo, guidato da Pasquale Zacheo, elenca, punto per punto, i nodi centrali del consiglio comunale che ha segnato anche l’uscita della maggioranza dall’aula durante la discussione sull’utilizzo della Sala Rollina.

DISCARICA

“Riguardo alle segnalazioni del Comitato della discarica di San Biagio – spiega il gruppo consiliare Io Scelgo Fermo – abbiamo posto in evidenza la necessità di una risposta politica sulla questione, a prescindere dagli aspetti che avranno inevitabilmente risvolti in ambito giudiziario. Delle due l’una: o il Comitato ed i loro consulenti hanno esagerato arrivando a descrivere scenari allarmanti e diffamatori, oppure le accuse sono vere ed occorre fare un ragionamento inverso. Abbiamo comunque apprezzato l’impegno dell’Assessore Alessandro Ciarrocchi circa la risposta da fornire. Dovendo comunque garantire trasparenza amministrativa e chiarezza, quanto sereno esercizio di difesa a chiunque coinvolto nella discussione, abbiamo chiesto l’istituzione di una commissione di indagine, aderendo ad una mozione condivisa con tutta l’opposizione, nel contempo invitando il Sindaco a rimettere il tutto all’Autorità Giudiziaria”.

SCONTO BOLLETTA METANO

“E’ stata invece bocciata – spiega Io Scelgo Fermo –  la nostra mozione riguardante lo sconto e la possibilità di rateizzazione della bolletta del metano relativa al periodo Gennaio/Marzo 2017 che quest’anno si prospetta particolarmente alta. Si tratta di un periodo reso straordinario dal particolare freddo e dagli eventi sismici. La maggioranza si è arroccata sul no sostenendo che i proventi della vendita Solgas non potevano essere impiegati, nonostante potessero essere utilizzati gli utili della stessa azienda partecipata e i fondi derivanti dal recupero della tassa di occupazione del suolo pubblico per le strutture abusive delle ultime due manifestazioni cittadine (per diverse decine di migliaia di euro). Hanno persino respinto la possibilità della rateizzazione automatica senza richiesta del cittadino, quale semplice gesto di mera vicinanza e solidarietà. Un’operazione a costo zero da risolvere già in fase di invio della bolletta. Sulla questione, non rimane che appellarci pubblicamente al sindaco, che contrariamente a tutti i consiglieri di maggioranza sembrava orientato almeno alla rateizzazione automatica,  affinché si adoperi per pubblicizzare e comunicare diffusamente la possibilità di ricorrere alla rateizzazione a domanda, magari suggerendo alla SOLGAS di inserire nell’avviso di pagamento le modalità della richiesta. Ai consiglieri di maggioranza diciamo di non preoccuparsi, non faremo nostra questa eventuale iniziativa, potranno assumerla come loro, l’importante è fare qualcosa di tangibile per tutti i cittadini di Fermo, anche quelli che non vivono o frequentano la piazza, dove si arriva a spendere, dopo gli oltre 100.000 euro per il Natale, ben 15.000 euro per la sola festa di Carnevale. Ci si diverte alle spalle di chi è in difficoltà”.

L’INTERROGAZIONE SULL’USO DELLA SALA ROLLINA
Io Scelgo Fermo che aggiunge:”Per l’interrogazione sull’uso indebito della Sala Rollina da parte dell’Assessore Trasatti, abbiamo registrato l’ennesima ammissione di colpa dell’interessato, che ricorrendo al personale talento artistico ha inscenato un’esibizione drammatica. Per non piangere, i suoi stessi sodali di maggioranza hanno lasciato l’aula. Solo il Sindaco e qualche assessore a sorreggerlo nello sforzo a dire che non aveva impegnato dipendenti comunali per l’apertura del Teatro, perché vi aveva provveduto da solo! Da oggi, quindi, ogni cittadino, se dovesse seguire l’esempio di Trasatti, potrebbe prendere le chiavi del Teatro e servirsi da solo dei locali. Peccato che l’uso del Teatro per i comuni cittadini è soggetto a ingente pagamento. Per tutti, tranne che per il Sultano della Piazza Trasatti. Due pesi e due misure: Trasatti nella prestigiosa Rollina per le sue feste, i dipendenti nel ristretto e angusto spazio degli uffici per lo scambio degli auguri. L’Assessore giura che il buffet lo ha pagato di tasca propria. Non abbiamo motivo di dubitare, ma vorremmo vedere le fatture, visto che si è trattato di utilizzo di spazi comunali peraltro non autorizzati”.

LARGO MURANI

Io Scelgo Fermo che conclude spiegando come: “E’ passata la nostra mozione sulla questione di Largo Murani, tesa a rimuovere situazioni di potenziale pericolo per le persone e di criticità amministrativa, segnalate dai condomini della palazzina del civico 11. C’è stata una sentenza della Cassazione che ha definitivamente riconosciuto responsabilità in capo a terzi gestori di un’attività commerciale che opera in quella zona. E’ ovvio che anche l’ente deve ora fare i suoi passi per risolvere definitivamente l’annosa questione che ha ripetutamente interessato anche le cronache locali. Ciò che sarà fatto dagli uffici, dovrà essere riferito integralmente al Consiglio Comunale”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X