facebook rss

Ermanno Pacini:
40 anni di amore per Porto Sant’Elpidio

PORTO SANT'ELPIDIO - Una presenza quella di Ermanno Pacini in ambito culturale capace di garantire una continuità nel lavoro per tutta la città
sabato 18 febbraio 2017 - Ore 12:48
Print Friendly

 

 

di Maikol Di Stefano

Il Contafavole, carnevale, il festival del teatro per ragazzi e del libro per ragazzi. Ermanno Pacini festeggia quarant’anni di carriera e di amore per la cultura come animatore della città di Porto Sant’Elpidio.

“Una menzione iniziale e speciale va a Marisa Pennelli, la quale come dirigente in quegli anni organizzo un servizio all’avanguardia come quello della medicina scolastica. Da questo contesto nacquero poi i centri d’interesse pomeridiano, parliamo del 1976 e c’erano oltre 700 bambini ogni pomeriggio. Animazione teatrale e artistica, sport e tutte le attività ideate per i bambini di quegli anni. Poi alla metà degli anni 80, le società sportive iniziarono ad interessarsi ai più piccoli e noi ci spostammo con le attività nei mesi estivi. Nel 1988 è iniziato il rapporto diretto con le scuole elementari e medie, che negli anni si è evoluta sempre più. Nel 1992 dalla prima elementare alla quinta, presentammo dalla parola al testo il quale segue il rapporto pedagogico. Arrivando dall’imparare a leggere e scrivere, fino ad avvicinarlo al teatro – spiega Pacini, nella sua crono storia ricca di eventi ed esperienze – Nella metà degli anni 90, il comune ha iniziato a finanziare l’autonomia scolastica. Anche in quel momento eravamo uno dei primi comuni, confermandoci all’avanguardia nell’educazione giovanile. Noi oggi siamo qui dopo quarant’anni per dire che Porto Sant’Elpidio è la città dei bambini. Un titolo che ha tipo la città di Fano, ma che in realtà non ha tutta questa attività globale e variegata come la nostra. Lo stesso festival del teatro del ragazzo, era nato all’epoca come vetrina per il percorso annuo fatto dai ragazzi e bambini nelle scuole. Quest’anno è stato lanciato “ilcontafavole.it”, dove questa memoria storica viene riportata nel completo, al quale viene aggiunto un prodotto completo per le famiglie di oggi”.

Un percorso che continua ancora, quello di Pacini a Porto Sant’Elpidio.  “Lunedì mattina alle 9.30, ‘L’infanzia negata dalla parte dei bambini’ si parte dall’orrore dello sterminio alla giornata della memoria, fino alle tragedie dei profughi dei giorni nostri. – conclude il decano dell’animazione elpidiense – Martedì 28 sarà invece la giornata del carnevale, dove bambini e genitori insieme sul palco dovranno animare la piazza”.  Una nuova vita commerciale e turistica, quella della città elpidiense nella quale la nomina della città dei bambini non stona. “Tra i brand e filoni portati avanti, quella della città dei bambini è un fattore in più da poter proporre. – spiega Milena Sebastiani, assessore allo sport e al turismo della città – E’ importante e sicuramente un’onda da cavalcare, così da poter essere sempre più accattivanti per i turisti. Inoltre la nostra città è già fatta di un turismo familiare”.

Un plauso per quanto fatto, in tutti questi anni anche dall’assessore alla cultura Monica Leoni. “Il lavoro che noi facciamo con la scuola è veramente importante, un lavoro sinergico che prosegue in tutto l’anno. Siamo uno dei pochi comuni ad avere ancora l’animatore culturale interno. Poter raccontare quindi la storia di Ermanno, va a dimostrare che è fondamentale per noi sulla scuola e sulle giovani generazioni. Così da poter consentire ai nostri ragazzi di avere una vita sociale consapevole”. Una presenza quella di Ermanno Pacini, capace di garantire una continuità nel lavoro per tutta la città. “Quest’anno respiriamo un’aria di forte entusiasmo, come se fosse ancora il primo anno. – il plauso del sindaco Franchellucci – E’ davvero incredibile la partecipazione di famiglie e ragazzi, nonostante oggi ci siano tante altre vie che potrebbero portare all’avvicinarsi al mondo letterale tramite la tecnologia. Grazie ad Ermanno potenzieremo il lavoro del teatro dei ragazzi, così da poter creare un format non solo turistico, ma un respiro generale della città che migliora la qualità della vita”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X