facebook rss

La Fermana torna a vincere
dando spettacolo, domato il Monticelli

SERIE D – La capolista torna alla vittoria in un match spettacolare e giocato ad alti ritmi, cinque bellissimi gol, ribaltamenti di fronte, scontri duri ed emozioni per cento minuti. Grave infortunio per Bossa. Per la prima volta lamentele ufficiali della società verso l'arbitro. Grande tifo, la Fermana di fatto giocava in casa
domenica 19 febbraio 2017 - Ore 17:43
Print Friendly


MONTE SAN GIUSTO (MC) – Monticelli in vantaggio con Iotti, pareggia subito Molinari, la Fermana ribalta con Petrucci, nuovo pareggio con Negro e gol vittoria in extremis con punizione di Ispas e autogol di Negro.
Flavio Destro schiera una formazione di emergenza con quattro assenti e durante il match deve rinunciare anche a Bossa, adattando a difensore Mane. Nonostante questo e contro un Monticelli che ha lottato, anche duramente, fino al termine, la squadra gialloblù ha dato una prova di forza che ha il sapore di un’impresa. Per la terza gara arbitraggio criticabile nella ripresa e questa volta la società si espone con dichiarazioni ufficiali.

IL TABELLINO

MONTICELLI 2 (3-4-3): Marani; Sosi, Terrenzio, Pierantozzi (39′ st Wade); Vallorani, Cocchieri, Gesuè (25′ st Ciabuschi), Cappelli; Negro (45′ st Nazziconi), Filiaggi, Iotti. A disposizione: Alessandrini, Castellana, Bartolini, Iannascoli, Funari, Giovannini. All. Nico Stallone

FERMANA 3 (4-3-3): Valentini; Clemente, Ferrante, Bossa (45′ pt Gadda), Ispas; Forò, Mane, Margarita (43′ st Maghzaoui); Petrucci, Molinari, D’Angelo (37′ st Valdes). A disposizione: Bottaluscio, Musumeci, Mandorino, Fazzini, Di Pinto, Zacheo. All. Flavio Destro

ARBITRO: Francesco Luciani di Roma 1; Rizzotto di Roma 2 e Barone di Roma 1.

RETI: 9′ pt Iotti, 14′ pt Molinari, 23′ pt Petrucci, 21′ st Negro, 41’st Negro (autogol)

NOTE: Ammoniti Filiaggi, Molinari, Mane, Terrenzio, Ferrante.Espulso Filiaggi dopo il termine per battibecco con tifosi ospiti. Allontanato tra il primo e secondo tempo Stallone per gli stessi motivi, angoli: 2-4; recupero 5’+5′, spettatori: circa 800, di cui la maggioranza ospiti

LA CRONACA

Dopo due incursioni dei padroni di casa, la prima vera emozione al 4′ con l’uscita di Marani che anticipa Molinari e poi gli rovina addosso. All’8′ è il Monticelli vicino al gol con Filiaggi che ruba palla a Bossa, ma Valentini salva. Non ce la fa un minuto dopo il portiere gialloblù quando Iotti fa partire da quaranta metri un tiraccio che colpisce la traversa, rimbalza fuori e l’arbitro, posizionato nel cerchio di centrocampo, concede il gol dopo la segnalazione dell’assistente Rizzotto. L’ex Iotti esulta ma poi fa un gesto come voler chiedere scusa ai tifosi gialloblù in tribuna. La Fermana ristabilisce subito la parità al 14′ con un altrettanto gran gol di Molinari che da calcio piazzato, con una palombella perfetta, insacca la sfera sotto al sette dove Marani non può arrivare: 1-1 e dopo nemmeno un quarto d’ora il prezzo del biglietto è ripagato.

Al 23′ lo spettacolo prosegue. Petrucci, che nei primi minuti non era riuscito a rendersi pericoloso per la guardia asfissiante degli avversari, inverte la sua posizione con Margarita. Il Monticelli non riesce subito a riorganizzarsi e nei pochi secondi di libertà il numero sette gialloblù, dopo aver conquistato palla, trova lo spazio, è più veloce di tutti, arriva a tu per tu con Marani e lo supera con freddezza: 1-2. Il match prosegue tra azioni pregevoli e contrasti duri, soprattutto su D’Angelo che disputa una gran partita ed è imprendibile per gli avversari, oggi in casacca rossa. Al 40′ Iotti sfugge alla guardia dei difensori gialloblù e fa partire un tiro cross che si spegne sul fondo dopo aver sfiorato il secondo palo. Allo scadere del primo tempo il duello fisico tra Bossa e Filiaggi vede sconfitto il primo che deve uscire e costringe Destro a cambiare le carte in tavola visto che non ci sono altri difensori centrali di ruolo in panchina (Comotto e Urbinati sono squalificati). Al termine si saprà che l’infortunio al ginocchio è più grave del previsto e si teme per un lungo stop. Entra Gadda che si piazza a centrocampo e Mane scala adattandosi a spalla di Ferrante. Al 3′ minuto di recupero scontro tra Valentini e Filiaggi, dopo lunghe cure dei sanitari Valentini si rialza ma resta sofferente. Dopo un altro minuto aggiuntivo di recupero terminano i primi 45 ‘ più spettacolari ma duri e combattuti del campionato: per poter contenere la Fermana il Monticelli è stato costretto a picchiare duro, ma la prima frazione termina con la Fermana in vantaggio per 2-1.

Il secondo tempo si apre con due fallacci su Molinari e Gadda non rilevati, poi su assist in profondità di D’Angelo, Petrucci anticipa tutti e va in rete ma l’assistente Rizzotto annulla per fuorigioco. Decisione dubbia perché Petrucci proveniva da dietro. 16′ rasoterra di Margarita, Marani blocca. Le due squadre non riescono a reggere il ritmo del primo tempo. Al 21′ Negro pareggia per il Monticelli con una punizione fotocopia a quella di Molinari, battuta dalla stessa posizione e che entra in rete con una parabola discendente perfetta allo stesso modo di quella del primo pareggio: 2-2.

Al 34′ Petrucci in area riceve, si gira, il diagonale che cerca il secondo palo è bloccato da Marani. La Fermana non si da per vinta, insiste, guadagna un calcio di punizione, la battuta del giovanissimo Ispas termina su una mischia di teste e Negro, nel tentativo di allontanare, supera Marani. La Fermana torna in vantaggio: 2-3. Monticelli sbilanciato per tentare il disperato pareggio, e due minuti dopo è Valdes a costringere Marani in angolo e al 5’ di recupero ancora Valdes fallisce per poco il suo primo gol in gialloblù nel campionato corrente. La Fermana, approfittando del turno di stop del Matelica, allunga a +5 dai biancorossi, mentre la Vis Pesaro, anch’essa vincente, resta 4 lunghezze dietro i gialloblù e, come previsto, è la nuova vicecapolista. Domenica prossima canarini che tornano a giocare in casa contro l’Agnonese, attualmente sesta.

Paolo Bartolomei


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X