facebook rss

Al Fermano serve
più comunicazione per crescere
:
Beleggia alla guida di Confindustria Turismo

ECONOMIA - Il responsabile comunicazione e marketing della Bros Manifatture illustra i punti chiave del suo mandato
mercoledì 22 febbraio 2017 - Ore 09:17
Print Friendly

“I problemi sono numerosi a livello regionale, ma di certo il Fermano è indietro a livello di comunicazione. Tante iniziative frastagliate prive di una pianificazione comune. Il primo step della mia presidenza sarà quello di far tornare a remare nella stessa direzione gli associati di Confindustria Turismo, cominciando a condividere iniziative e idee. Il settore alberghiero deve imparare a dialogare innanzitutto con il vicino. Solo così diventeremo un player di riferimento anche con le istituzioni”.

Cambio al vertice della sezione Turismo e Alberghi di Confindustria Fermo. Il nuovo presidente è Maurizio Beleggia. Imprenditore, responsabile comunicazione e marketing della Bros Manifatture, Maurizio Beleggia è l’amministratore della Bixel Produzioni Srl, la società che gestisce l’Hotel San Paolo e Villa Lattanzi. “Una guida giovane per una sezione che rappresenta la maggior parte degli albergatori e dei gestori di camping del Fermano. Sono certo che Beleggia saprà dare linfa a un settore chiave” commenta Giampietro Melchiorri, presidente di Confindustria Fermo.

Beleggia ha le idee chiare e un obiettivo semplice: dare visibilità e luce alla sezione Turismo. “Prima di creare attività reali, bisogna creare attrattività. Cominciamo con una promozione omogenea di quello che abbiamo, con una catalogazione delle risorse del territorio e delle attività a livello di associazione. Penso al realizzare itinerari che colleghino il mare all’interno o allo shopping. Ma tutto deve essere ben descritto”.

Per farlo l’imprenditore immagina canali diversi di comunicazione: “Inizialmente creeremo un portale web, non troppo dinamico, ma puntuale nei contenuti. Poi lavoreremo a livello di promozione attraverso i social network. E lo faremo sapendo che i fondi a disposizione non sono tanti, ma quelli che abbiamo li useremo al meglio. Una volta terminata questa fase, che rappresenta la base, aumenteremo l’interazione, fondamentale sarà inserire una parte blog in cui creare discussione sul nostro territorio, e i servizi. Prima la base, poi la crescita”.

Una strategia che ha convinto gli altri associati: “Non siamo molti, ma siamo i principali player a livello di alberghi e camping. Non penso ora ad ampliare gli associati e in ogni caso mi piacerebbe allargarci al settore trasporti e alle agenzie, perché il turismo è un gioco di squadra. Idee e stimoli non mancano e già ci siamo mesi al lavoro. Dobbiamo come Confindustria ridare indietro dei servizi che bilanciano la quota associativa. Per farlo serve compattezza di azione. Solo dopo avere visto come funzioniamo tra noi, come va il gruppo, potremo aprirci a nuovi soci. Che verranno da soli, ma solo se funzioniamo”.

Il neo presidente ha già incontrato il presidente di Marca Fermana, Stefano Pompozzi, per capire le azioni previste a livello di promozione. Prossima azione, una lettera di sostegno alle concessioni demaniali pertinenziali agli hotel e alle strutture turistiche ricettive. Una nota che verrà inviata a Federalberghi “perché non c’è più tempo da perdere, la Bolkestein incombe”.

Idee chiare anche sulla questione fondi: “Si possono intercettare fondi regionali o europei, ma siamo noi a dover dare le informazioni necessarie alle imprese per non farseli sfuggire”.

Per fare tutto questo Maurizio Beleggia ha già stabilito un calendario “Ci riuniremo volta al mese, ma l’interazione sarà sempre maggiore. A cominciare dal gruppo WhatsApp creato proprio per creare quel legame fondamentale nella crescita di una sezione che rappresenta una fetta importante del futuro del territorio”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X