facebook rss

“Sapori e Tradizione” per il rilancio delle eccellenze locali danneggiate dal sisma: la sfida di Confartigianato

FERMO - Grazie alla collaborazione delle Camere di Commercio AP e FM e all’Accademia Chefs diretta da Stefano Nico, si apre il calendario enogastronomico che mira a far apprezzare i prodotti del territorio: la prima cena con menù stellato il 23 Luglio a Villa Lattanzi di Torre di Palme
lunedì 17 luglio 2017 - Ore 15:50
Print Friendly

L’Assessore Francesco  Trasatti, Rosina Trobbiani, Graziano di Battista, Natascia Troli

 

di Silvia Remoli

 

Si è tenuto presso la Camera di Commercio di Fermo la presentazione di un nobile progetto il cui obiettivo è ridare impulso agli imprenditori locali. A fare gli onori di casa è il presidente Dott. Graziano Di Battista, che attorniato da Rosina Trobbiani (presidente ANAP Confartigianato) e da Natascia Troli, ringrazia l’amministrazione comunale di Fermo nella persona del Sindaco Paolo Calcinaro per quanto finora svolto e il vice sindaco Francesco Trasatti, che, presente alla conferenza stampa, denota entusiasmo per l’iniziativa, che viene presentata dalla presidente della Confartigianato Ap-Fm . In questo Natascia Troli è stata decisamente cristallina e determinata: “Le imprese del nostro territorio sono state seriamente danneggiate dal sisma, sia direttamente che indirettamente. Vedendo la ricostruzione post-terremoto ancora lenta e lontana , ci sentiamo in dovere noi per primi di sostenere tutti gli artigiani iscritti alla categoria e di creare occasioni per favorirne la rinascita economica, valorizzarne l’impegno e la tenacia in un periodo così impervio“. In sostanza , il concetto che la Troli vuole comunicare è quello per cui il valore che i nostri conterranei  hanno dimostrato finora, va onorato e incentivato, non mortificato o umiliato con elemosine poco concrete.

Lo Chef Stefano Nico con Antonino Cannavacciulo

Ecco perché il progetto “Sapori e Tradizione” coinvolge attivamente le imprese agro-alimentari di Confartigianato per dar loro la possibilità di mostrare l’ingegno del loro lavoro, così esclusivo ed inimitabile, facendo mettere sulla tavola, all’interno di un menù stellato, alimenti e bevande nati nelle nostre terre. Per questo, saranno avviate una serie di cene solidali nelle località più suggestive della nostra Regione, per poi partire in una sorta di “tour” su tutto il territorio nazionale per dare una risonanza a largo raggio ai nostri produttori e per poter dare loro nel lungo termine la prospettiva di allargare le reti di distribuzione. In questo modo si mettono in vetrina i prodotti tipici dei nostri luoghi, che oltre ad essere unici per i loro sapori, sono anche qualitativamente ottimi, e pertanto meritano una risonanza mediatica tale da far rendere note le loro eccellenti caratteristiche non solo su tutto lo stivale ma anche a livello internazionale.

“Sapori e Tradizione” è uno dei tanti passi per sostenere in maniera concreta le aziende vittime del sisma ed è altresì l’occasione, sia per privati curiosi che per operatori del settore eno-gastronomico esterni al nostro territorio, per apprezzare al meglio quanto quest’ultimo ha da offrire.

Il menù già scelto per la prima cena stellata, il 23 luglio a Villa Lattanzi di Torre di Palme, infatti è davvero allettante: per antipasto salumi e formaggi autoctoni ( Culatello dei Sibillini, Galantina di pollo agli asparagi, Salame Sibillino, Pecorino e formaggio di carpa dei Sibillini), due primi (Tonnarelli aglio e prezzemolo e Strozzapreti di Campofilone conditi con funghi porcini, burro al tartufo nero e bianco), per secondo si hanno bocconcini ed hamburger di bovino nostrano e olive ascolane; si chiude in dolcezza con Torta alla crema, Biscotti, Spumini, Amaretti e tozzetti; il tutto annaffiato da Birre Artigianali e vini locali (del Birrificio Maltenato e della Cantina Maria Pia Castelli). La cena ha un costo di €55,00 a persona, che ricomprende, oltre a cibo e bevande sapientemente cucinati ed illustrati dallo Chef Stefano Nico  (nonché Direttore Didattico dell’Accademia Chefs, che presenterà personalmente ogni piatto ai commensali), anche un gradito gadget a ricordo della splendida serata trascorsa in una suggestiva cornice e, soprattutto, per una finalità solidale. Per info e prenotazioni tel.347-2251072

Chiunque voglia sostenere questa solidale iniziativa a supporto delle imprese locali può rivolgersi anche agli Uffici della Confartigianato di Ascoli Piceno (tel. 0736-336402) Fermo (0734-229248) e San Benedetto del Tronto (0735-81195); il progetto “Sapori e Tradizioni” è altresì consultabile nel profilo Facebook di Confartigianato Imprese Ap-Fm.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X