facebook rss

Summit sulla sicurezza in spiaggia:
dal prossimo anno arriva la vigilanza

PORTO SAN GIORGIO - "La situazione è molto critica - spiega Carlo Iommi di Confcommercio Marche Centrali -  con tutti i presenti abbiamo verificato l'esistenza di un regolamento comunale e regionale che chiude l'accesso alla spiaggia, tolti i  5 metri della battigia, dalla mezzanotte alle 5 del mattino"
sabato 12 agosto 2017 - Ore 12:53
Print Friendly, PDF & Email

 

di Paolo Paoletti

Un servizio di vigilanza notturna in spiaggia, gestito dal Comune di Porto San Giorgio e dalle associazioni di categoria, per garantire la sicurezza agli operatori degli stabilimenti balneari e combattere il fenomeno  delle bande di giovanissimi. Questa l’ipotesi emersa dall’incontro che ha visto protagonisti i rappresentanti di Confcommercio Marche Centrali, la Capitaneria di Porto e l’amministrazione comunale in risposta ai gravi fatti avvenuti nei giorni scorsi.

Una realtà, quella del servizio di vigilanza, già presente in grandi città turistiche come Rimini, Riccione e tante altre località, che potrebbe entrare in funzione già dal prossimo anno. Al tavolo di confronto erano seduti il sindaco di Porto San Giorgio Nicola Loira,  gli assessori Baldassarri, Vesprini e Silvestrini, il comandante della Circomare Ciro Petrunelli, il maresciallo Astelli, il presidente dei balneari di Confcommercio Marche Centrali Carlo Iommi, Teresa Scriboni, oltre ad una rappresentanza degli operatori tra cui  Andrea Romagnoli di Poldo e Livia e Paolo Santarelli dello chalet La Conchiglia. 

“La situazione è molto critica – spiega Carlo Iommi di Confcommercio Marche Centrali –  con tutti i presenti abbiamo verificato l’esistenza di un regolamento comunale e regionale che chiude l’accesso alla spiaggia, tolti i  5 metri della battigia, dalla mezzanotte alle 5 del mattino. Di fatto coloro che si trovano sulla spiaggia in quegli orari sono sanzionabili”. Da qui la richiesta al sindaco di iniziare a fare multe a coloro che infrangono il regolamento. Una modalità che dovrà essere studiata vista la presenza di alcuni limiti come il fatto che il servizio notturno del corpo di polizia municipale termini all’una di notte. Chiesto anche il coinvolgimento delle forze dell’ordine che hanno garantito il loro supporto. Tra queste i carabinieri, che hanno garantito un incremento dei controlli.

“Se i ragazzi o comunque coloro che infrangeranno il regolamento sono maggiorenni, le multe andranno direttamente a loro – spiega Iommi – se invece si tratta di minorenni a risponderne saranno direttamente i genitori”.

Teresa Scriboni che aggiunge: “Il fenomeno si è rivelato in questa stagione con tutta la sua gravità. Per il prossimo anno ci adopereremo in tempo per contrastarlo, in collaborazione con il Comune e le forze dell’ordine, per garantire l’incolumità ai gestori degli stabilimenti e la sicurezza di ombrelloni e lettini”.

A far riflettere anche il racconto di uno dei concessionari di spiaggia: “Ho interrogato uno di questi ragazzi chiedendogli perché si comportassero così e la risposta è stata, è sabato ci vogliamo divertire”.

Tra gli altri temi affrontati nel corso dell’incontro si è parlato della pulizia dei cassonetti e della manutenzione dei fossi in vista di possibili temporali estivi. Sindaco Loira che ha garantito la massima collaborazione e in alcuni casi ha disposto interventi immediati come per la pulizia dei cassonetti.

 

ARTICOLI CORRELATI

Il titolare dello chalet Nerina aggredito e ferito da un minorenne: ‘Mi gridava padrone di merda’ VIDEO INTERVISTA


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X