facebook rss

Morto lo scooterista investito,
ora per un giovane fermano
il reato diventa omicidio stradale

FERMO - Il ragazzo, dopo l'incidente, non si era fermato tornando da Grottammare a Fermo. Lì i carabinieri avevano rintracciato l'auto. Nel frattempo il giovane si era recato dai militari dell'Arma di San Benedetto insieme a un avvocato
venerdì 8 settembre 2017 - Ore 11:28
Print Friendly, PDF & Email

di redazione CF

Il giovane fermano che lo scorso 3 settembre, mentre era al volante di una Opel, a Grottammare ha falciato un uomo in sella al suo scooter, ora dovrà rispondere dell’accusa di omicidio stradale. Lo scooterista, infatti, è purtroppo deceduto. Il giovane, che dopo aver investito lo scooterista non si era fermato a prestare soccorso (leggi l’articolo) era stato inizialmente denunciato, insieme alle due persone che erano con lui, per omissione di soccorso ma dopo il decesso del 54enne, il reato contestato ora è cambiato.

Resta invece la denuncia per omissione di soccorso alle altre due persone che si trovavano all’interno del veicolo al momento del tragico schianto. Tutti e tre, dopo l’incidente, avevano raggiunto Fermo, lasciato l’auto e si sono messi in contatto con un avvocato insieme al quale, poco dopo, si sono presentati dai carabinieri di San Benedetto.

Pirata della strada falcia uno scooter, grave un 54enne: nei guai un giovane fermano


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X