facebook rss

Mattia De Minicis,
“amico dei cantautori”,
porta a Fermo Federico Sirianni

EVENTI – L'appuntamento è per giovedì 26 ottobre alla Locanda San Rocco con “Il Santo”, ultimo album di Sirianni in versione acoustic trio. Il primo dicembre ad Ascoli Piceno presentazione del progetto “La Buenaventura - portare il tempo che scorre altrove”
domenica 22 ottobre 2017 - Ore 09:52
Print Friendly, PDF & Email

di Andrea Braconi

Mattia De Minicis, figlio del compianto Stefano, oltre a curare da quest’anno insieme agli amici del padre la rassegna “Jazz e non solo jazz”, ha deciso di far qualcosa di diverso: invitare i cantautori di indubbio talento, che lo incuriosiscono e che meritano una visibilità maggiore.

“Sono un percussionista – spiega a Cronache Fermane – e ho deciso di chiamare i cantautori, organizzandogli delle serate in zona in locali adatti per un certo tipo di atmosfere. Voglio mettere il pubblico nella condizione di scoprire dei talenti che vanno dai 20 ai 50 anni e che sono poco conosciuti. Di fronte all’appiattimento delle radio, provo quindi a creare stupore e condivisone attraverso questi artisti, ognuno dei quali è un amico, e quindi un viaggio”.

Tutto è iniziato con Federico Sirianni, già vincitore di Musicultura (premio della critica) e del Premio Tenco esordienti nel ’94, oltre ad aver ricevuto qualche giorno fa la menzione speciale del Club Tenco – Premio Tenco per Musica contro le mafie. E giovedì 26 ottobre Siriani suonerà alla Locanda San Rocco con Mattia e Alberto Chestnut Castagna alla viola. “Voglio ringraziare Jonathan Cipelletti, proprietario del locale, per avermi dato questa possibilità. Avevo ascoltato Sirianni nel 2004. Era tra i miei ascolti preferiti e poco tempo fa ho pensato di chiamarlo. Da lì ho iniziato a contattarne altri come Renato Mastroianni e Mirco Menna, facendo partire progetti con altri musicisti del territorio, come Alberto Castagna”.

Sono nate delle collaborazioni importanti con Stefano Testasecca, ventenne cantautore di Martinsicuro dal talento innato, con il quale Mattia e lo stesso Alberto collaborano ad un progetto condiviso basato sulle canzoni di Stefano dal nome “Rosso Vermiglio”. Stessa cosa per “La stanza accanto”, progetto cantautoriale e di puro ascolto con il cantautore recanatese Cristiano Effe, tra i più raffinati e intimi.

A tutto ciò si aggiunge la presentazione di quella che Mattia definisce “un’idea”, che presto potrebbe trasformarsi in un’associazione. “È una sorta di casa di promozione, non di produzione, con la quale far girare le cose che mi piacciono e ci piacciono. Si chiamerà ‘La Buenaventura – portare il tempo che scorre altrove’ e la presenteremo il primo dicembre alla libreria Prosperi di Ascoli Piceno”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X