facebook rss

«Mi hanno imbrattato il vetro,
mia nipote in lacrime per la paura»,
balordi e caos tra la ss16 e il centro

PORTO SAN GIORGIO - Oggi pomeriggio una donna di circa 70 anni si è vista imbrattare più volte il parabrezza. Al suo fianco la nipotina di soli 4 anni scoppiata in lacrime. Schiamazzi anche in centro, i carabinieri riportano la calma. Polizia impegnata nello scalo ferroviario con un ubriaco
venerdì 3 novembre 2017 - Ore 19:41
Print Friendly, PDF & Email

di Giorgio Fedeli

Spiacevole e, per usare un eufemismo, fastidioso episodio, quello occorso oggi pomeriggio, intorno alle 17,30, a una donna di circa 70 anni all’incrocio tra la statale Adriatica, la provinciale Fermana e viale don Minzoni. La donna era ferma al semaforo, direzione nord, quando il lavavetri si è avvicinato. E da lì il racconto dell’accaduto direttamente dalle parole della donna: “Ero in auto con mia nipote, una bimba di quattro anni. Ero la quarta auto in fila, in attesa del verde. Ho visto avvicinarsi un ragazzo che lava i vetri delle auto. Si è avvicinato e mi ha bussato sul finestrino. Al mio no, si è allontanato. Ma subito dietro di lui è arrivato un secondo ragazzo. Anche a questo ho fatto cenno che non volevo che lavasse il mio parabrezza. Ma questi, quando ha capito che ero contraria, ha iniziato comunque a spruzzare del detergente sul vetro dell’auto. E più gli dicevo di smetterla, più continuava a farlo. Continuava a ripetermi ‘non vuoi che ti pulisco il vetro?’ e giù con il detergente a spruzzo. Nel frattempo mia nipote si è agitata fino a scoppiare in lacrime. Alla fine, esasperata, ho minacciato di chiamare la polizia. Il ragazzo ha proseguito il suo giro tra le auto poi all’improvviso è tornato da noi e ha spruzzato per l’ennesima volta il detergente sul parabrezza della mia auto. Per fortuna che da lì a pochi istanti è scattato il verde. E così ce ne siamo andati. Ma è mai possibile che si debbano verificare simili episodi senza che nessuno controlli uno degli incroci più trafficati del Fermano, dove oltre ai lavavetri c’erano anche un paio di balordi ubriachi che si aggiravano tra le auto in transito? Inaccettabile dover insistere per rifiutare il lavaggio e ritrovarsi il vetro comunque imbrattato e, soprattutto, una bimba, mia nipote, scoppiata in lacrime per la paura”.

DALLA SS16 A PIAZZA MATTEOTTI

Ma il pomeriggio di disturbi e eccessi non finisce sulla Statale. E i riflettori si spostano in piazza Matteotti: “Alcuni balordi, tra cui anche quelli che spesso stazionano all’incrocio della ss16, in piazza hanno iniziato a gridare e a litigare tra loro – raccontano alcuni passanti – c’erano bottiglie d’alcol a terra. A quel punto abbiamo chiamato i carabinieri. E il tempestivo intervento dei militari dell’Arma, arrivati in una manciata di secondi, molto probabilmente ha evitato che quelle grida e quegli schiamazzi tra quegli sbandati si trasformassero in una rissa. I carabinieri li hanno accompagnati in stazione e lì sono saliti su un treno per chissà dove”. In piazza, infatti, ricevuta la richiesta di intervento, sono arrivati i carabinieri. In piazza Matteotti anche la polizia impegnata nello scalo ferroviario per un balordo ubriaco. Le divise, con il loro intervento, hanno riportato la calma davanti alla stazione. Ma la situazione tra l’incrocio della statale Adriatica e piazza Matteotti resta comunque critica.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X