facebook rss

Il Pd ritocca l’agenda di Ceriscioli
e guarda alle alleanze per le Politiche

ANCONA - Resoconto della riunione dell’esecutivo regionale del partito svoltasi ad Ancona. Al centro anche i temi della ricostruzione post terremoto e del lavoro
sabato 18 novembre 2017 - Ore 10:54
Print Friendly, PDF & Email

Il segretario regionale del Pd Francesco Comi con i cinque segretari provinciali

Sostegno all’attività del Governo regionale, con aggiornamento dell’agenda esaminando criticità e avanzando nuovi progetti. Collaborare per costruire una coalizione più larga possibile in vista delle Politiche del 2018, contribuendo alla stesura del programma elettorale. Scegliere i candidati in modo partecipato coinvolgendo i territori.

Sono questi, in estrema sintesi, i temi affrontati durante la riunione dell’esecutivo regionale del Partito Democratico svoltasi venerdì 17 novembre nella sede del Partito in piazza Stamira, in Ancona.

Tre i temi posti all’ordine del giorno:

1. Sostegno all’azione del Governo Regionale e aggiornamento dell’agenda istituzionale e politica;

2. La piena adesione del territorio all’appello del segretario nazionale, Matteo Renzi per la costruzione di una coalizione la più ampia possibile in vista delle Politiche del 2018;

3. Coinvolgimento dei territori e incarico all’on. Marchetti

“Per quel che riguarda il primo punto – dichiara il segretario regionale del Pd, Francesco Comi – il nostro compito principale è rappresentato dal sostegno all’azione del Presidente Luca Ceriscioli. Per questo, nel mese di novembre, il Pd regionale sarà impegnato in una serie fitta di incontri istituzionali e politici per contribuire ad aggiornare l’agenda del Governo regionale, esaminando le criticità emerse e individuando nuove proposte di metodo e di merito”.

In quest’ottica, sono stati già calendarizzati per la prossima settimana incontri con i componenti del Governo regionale e il Gruppo consiliare del Partito Democratico. Entro fine novembre, gli incontri proseguiranno con le forze politiche che sostengono la maggioranza: Popolari Marche – Unione di Centro e Uniti per le Marche. Per concludere con le organizzazioni datoriali e sindacali.

“Un’agenda fitta di incontri per esaminare gli impegni e le priorità, affrontare le criticità e aggiornare e rafforzare l’attività di governo della Regione Marche”, ha evidenziato Comi.

Il secondo punto all’odg della riunione dell’esecutivo regionale del Pd ha riguardato l’appello del segretario Renzi durante l’ultima Direzione nazionale. “Matteo Renzi è stato chiaro e noi abbiamo fatto nostro il suo appello per costruire una coalizione di centrosinistra la più ampia possibile, senza abiure, e a collaborare nella stesura del programma elettorale politico. Per quest’ultimo punto – prosegue il segretario regionale, Francesco Comi – coinvolgeremo i Parlamentari e i territori. Le nostre priorità sono chiare: Ricostruzione post-sisma del Centro Italia e emergenza Lavoro. Per la costruzione della coalizione, si è deciso di dar vita a una serie di incontri, partendo da MDP e AP, passando per i Centristi per l’Europa. Quindi, tutte le forze civiche che si richiamano al centrosinistra”.

Per quel che riguarda, infine, il terzo punto, il segretario Comi ha deciso di delegare all’on. Marco Marchetti “il compito di costruire – coinvolgendo i territori e con il metodo più partecipativo possibile – le candidature per le Politiche del 2018”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X