facebook twitter rss

Loira bis, pronta la giunta:
tre volti ‘nuovi’ e due conferme

PORTO SAN GIORGIO - Resta fuori l'ex assessore al commercio e turismo Catia Ciabattoni, il segretario dem Andrea Di Virgilio verso il ruolo di capogruppo Pd. La presidenza del consiglio di nuovo a Giuseppe Catalini
Print Friendly, PDF & Email

Nicola Loira

di Sandro Renzi
Due conferme e tre volti nuovi, come anticipato ieri da Cronache Fermane (leggi l’articolo). Giochi fatti per la giunta Loira. Dentro Elisabetta Baldassarri (Pd), Massimo Silvestrini (Pd) e Giampiero Marcattili (Sto con Loira). Nel segno della continuità i nomi di Francesco Tota Gramegna (Pd) e Valerio Vesprini (Servire Porto San Giorgio). Discorso analogo per la presidenza del consiglio che verrà nuovamente affidata a Giuseppe Catalini (Il Centro). Il Pd è soddisfatto perché ottiene tre posizioni, come richiesto, e quasi certamente la delega all’urbanistica. L’operazione Marcattili consentirà invece di far entrare in consiglio il giovane Christian De Luna.

Catia Ciabattoni e Renato Bisonni

A secco restano gli ex assessori Catia Ciabattoni e Renato Bisonni. Il rieletto primo cittadino chiude quindi la partita e si appresta ad annunciare la squadra. Lo farà probabilmente domani. Decisive sarebbero state le ore appena trascorse. Fino a ieri sera, infatti, la posizione di Silvestrini non veniva data per certa. In lizza per l’ultimo posto da assessore disponibile c’era ancora il segretario dem, Andrea Di Virgilio, che ha lavorato in sordina in questi anni portando il partito al 25%. A lui potrebbe andare a questo punto l’incarico di capogruppo consiliare. Oltre a De Luna, si affacciano al palazzo di via Vittorio Veneto altri tre consiglieri alla prima esperienza politica: Giacomo Clementi e Roberta Bonanno in quota Pd e Carlotta Lanciotti a prendere il posto di Vesprini.

L’esclusione della Ciabattoni dall’esecutivo resta il caso politico più spinoso che abbia dovuto affrontare Nicola Loira e che continuerà a far discutere anche nelle prossime settimane. Già perché l’ex assessore al turismo e commercio aveva comunque ottenuto oltre 220 preferenze, seconda eletta nella lista Pd, e mirava ad una riconferma che non c’è stata. E chissà quali strascichi ciò comporterà. Questo confermerebbe, se mai ce ne fosse bisogno, che il sindaco ha dato vita ad una squadra in piena autonomia, come peraltro aveva più volte ribadito. Potendo contare su assessori che avranno tempo da dedicare all’attività amministrativa. Altro requisito che Loira ha tenuto in debita considerazione nelle scelte. E soprattutto il primo cittadino potrà vantare il raggiungimento di un altro obiettivo: rinnovare parte del consiglio comunale senza essere ostaggio dei partiti. Stasera ultimo passaggio in un direttivo targato Pd e domani finalmente l’annuncio. Il toto-delega diventa a questo punto il passatempo più diffuso. Per lo sport e la viabilità in pole c’è sempre Vesprini, per il quale si prepara anche la nomina a vicesindaco. Partecipate e bilancio potrebbero andare alla Baldassarri, mentre istruzione e servizi sociali a Gramegna come nella passata giunta. Le deleghe al commercio ed al turismo a Marcattili mentre urbanistica e ambiente a Silvestrini. Resta l’incognita sulle “deleghe pesanti”, come le ha definite qualche giorno fa lo stesso sindaco, che potrebbero restare proprio nelle sue mani. Chissà che non si tratti dei lavori pubblici e della sanità?

Francesco Gramegna

Valerio Vesprini

Giampiero Marcattili

Massimo Silvestrini

Elisabetta Baldassarri

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti