facebook rss

Pirata della strada falcia
uno scooter, grave un 54enne:
nei guai un giovane fermano

GROTTAMMARE - Il ragazzo, dopo aver impattato con lo scooter, non si è fermato per soccorrere i due coniugi che erano in sella al motociclo. I carabinieri di Fermo, guidati dal capitano Peluso, hanno rintracciato poco dopo a Fermo l'auto pirata. Nel frattempo l'uomo falciato è stato trasportato con l'eliambulanza al Torrette di Ancona
domenica 3 settembre 2017 - Ore 13:46
Print Friendly, PDF & Email

di Giorgio Fedeli

Un incidente, un ferito grave, un pirata della strada che a distanza di poche ore si costituisce: è un giovane fermano. Poco prima delle 7 di questa mattina,a Grottammare, un’auto, una Opel Astra, ha falciato uno scooter con a bordo due coniugi all’altezza dell’intersezione tra via Alighieri e via Foscolo. L’automobilista, dopo l’impatto, non si è fermato a prestare soccorso lasciando in gravi condizioni i due coniugi. Entrambi sono stati portati all’ospedale, l’uomo, originario di San Benedetto, 54 anni, è in condizioni gravissime. Meno preoccupanti le conseguenze riportate dalla moglie. Il personale sanitario a bordo dell’ambulanza ha rianimato l’uomo sull’asfalto e trasportato in codice rosso al pronto soccorso, da lì intorno alle 10 il trasferimento in eliambulanza al Torrette di Ancona. I carabinieri di Fermo, guidati dal capitano Roland Peluso, hanno rintracciato, poco dopo le 9,30, l’auto pirata a Fermo.

Il capitano Roland Peluso

La Opel Astra è intestata ad una donna ed era parcheggiata sotto casa. La donna è stata contattata dai militari dell’Arma ai quali ha riferito che alla guida, questa mattina, c’era il figlio. Ai carabinieri di Fermo ha detto che il ragazzo stava andando a costituirsi al comando compagnia di San Benedetto, insieme al suo avvocato. E così, in effetti, il ragazzo ha fatto. Con lui, al momento dell’incidente, in auto c’erano altre due persone, e sono state tutte identificate dai carabinieri.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X