facebook rss

Area camper, Zacheo:
“Discredito per l’immagine della città”

FERMO - Il consigliere di Io Scelgo Fermo: "Gli aspetti che stanno affiorando relativi all’area camper sono tanti e conducono dunque in modo sempre più stringente verso il povero Calcinaro, al quale si sollecita una risposta immediata sulla propria posizione e su quella di Torresi"
martedì 21 giugno 2016 - Ore 15:44
Print Friendly, PDF & Email

ZacheoIeri ci hanno segnalato una riunione di giunta, piuttosto concitata, sul litorale fermano. Presenti gli Avvocati della giunta fermana (Ciarrocchi, Scarfini e Calcinaro) e il diretto interessato alla questione area camper Mauro Torresi. Che si saranno detti? Ritireranno le due delibere di giunta incriminate o sceglieranno di condividere le responsabilità non solo politiche con Torresi? Siamo convinti che alla fine prevarrà il buon senso, come ci segnala qualche sconcertato esponente della maggioranza, e si arriverà al ritiro dei due atti, con defenestramento di Torresi. Non c’è altra via per persone che riteniamo non abbiano nulla a che spartire con questa deplorevole vicenda. Anche perché le conseguenze potrebbero essere davvero rilevanti, per le singole persone e per la stessa maggioranza“. Pasquale Zacheo di Io Scelgo Fermo svela  quello che sarebbe stato un incontro per fare il punto sulla vicenda area camper di Marina Palmense.

“L’approfondimento della questione – scrive Zacheo –  sta mettendo in risalto altri aspetti che non potranno risolversi nei soli ambienti della politica. Sta sempre più prendendo corpo l’entità della cambiale politica a cui deve far fronte il povero Calcinaro. Non vorremmo essere in questo momento nei suoi panni, strattonato da più parti e con responsabilità non solo politiche da affrontare. Pare che l’”attenzione” per l’area camper, in meno di 9 mesi, ha già dei precedenti specifici. Scopriamo infatti che già lo scorso anno con il Commissario Straordinario con atto n. 89 del 25.05.2015 aveva fissato in 15.000 euro il canone per l’anno 2015, come per gli anni precedenti (invariati superficie di 7250 mq e numero di piazzole di sosta). Nel volgere di appena tre mesi dall’insediamento della giunta Calcinaro, compare un atto davvero straordinario a firma del Dirigente Di Ruscio, il quale con determina n. 1101 del 3.09.2015 che andava ad incidere – impropriamente – sugli equilibri di bilancio con rinuncia ad un introito, accoglieva la richiesta presentata dalle due società sportive e disponeva il dimezzamento del canone. Ma lo faceva ancora chiedendo conforto a qualche avventato politico, che gli avrebbe consentito di affermare nella stessa determina: “sentita l’Amministrazione” che ritiene opportuno accogliere la richiesta.
Chi è l’Amministrazione!? E’ forse un entità astratta che si esprime con le sole parole senza atti? Chi ha sentito il dirigente Di Ruscio? Chi ha ritenuto opportuno il dimezzamento senza alcuna valutazione politica e finanziaria? Chi ha sottratto alla giunta la facoltà di decidere sulla questione, visto che si trattava di un mancato introito che incideva sul bilancio e sulla politica? Perché ci si è nascosti dietro il dirigente? Forse perché occorreva tenere allo scuro gli altri componenti della giunta che non potevano tollerare la questione? Sono davvero tante, e sono destinate a crescere, le risposte a cui dovrà rispondere Calcinaro”.

Zacheo conclude: “Gli aspetti che stanno affiorando relativi all’area camper sono tanti e conducono dunque in modo sempre più stringente verso il povero Calcinaro, al quale si sollecita una risposta immediata sulla propria posizione e su quella di Torresi, dato che questa squallida questione sta sottoponendo a discredito l’immagine della città”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X