facebook rss

Per la festa del patrono elpidiense
arriva “La Partita che non se po’ di”’

EVENTO - Appuntamento che mixa goliardia e solidarietà, in programma l'1 settembre alle 21.00 presso lo stadio "Mandozzi" di Sant'Elpidio a Mare
venerdì 18 agosto 2017 - Ore 16:26
Print Friendly, PDF & Email

Il gruppo degli organizzatori

SANT’ELPIDIO A MARE – Per la festa del patrono torna allo stadio “Mandozzi”, venerdì 1 settembre con inizio alle ore 21.00, La Partita “che non se po di’”.

“Uno spettacolo che compie 27 anni e coinvolge un intero paese per solidarietà. Il nuovo nome dell’evento – dicono gli organizzatori storici Liberto Massimiliani e Bruno Cozzi – scaturisce dal fatto che in passato abbiamo usato la denominazione della partita del cuore ma, con l’inconveniente di aver fatto rimediare al responsabile dell’organizzazione una diffida dall’associazione che promuove la nazionale cantanti”.

Quest’anno l’organizzazione, che richiama sempre il pubblico delle grandi occasioni, vede coinvolti in prima persona non solo gli storici Cozzi e Massimiliani ma, grazie all’assessore Gioia Corvaro, si è creato un gruppo di lavoro che sta operando con vero entusiasmo.

“Il rinnovamento ci fa estremamente piacere – proseguono i due principali organizzatori – questo spettacolo converge verso diverse nobili iniziative di solidarietà per varie organizzazioni cittadine, in passato vedi la Caritas, Croce Azzurra, Casa di riposo, questa è la volta dell’associazione di calcio a 5 Contro Luce, composta da non vedenti e tra l’altro vincitori del campionato nazionale”.

“Il bello di tutto ciò, che noi definiamo una pagliacciata seria, con la capacità di far sorridere cioè il pubblico e far trascorrere una serata in allegria ai nostri concittadini, sta nel fatto che ogni anno vengono sempre rinnovate le scene. A cominciare dalla partita, ricordiamo nel passato le donne secche contro le grasse, gli alti contro i bassi e cosi via, questa è la volta dei padri contro i figli. Nelle scenette come non ricordare il Pinocchietto d’Oro, premio per il più bugiardo del paese, preso con ironia positiva dal sindaco Alessio Terrenzi e dal vice Matteo Verdecchia”.

La serata verrà presentata da Bruno Cozzi, Roberta Martellini e la new entry Martina Properzi. Francesco Lepi si occuperà di coordinare il balletto dell’arrivo del grande ospite e della chiusura della serata. Manola Perticarini coordinerà un particolare gioco delle pigne, tra i coordinatori in campo anche Sibilla Sagripanti e Paolo Maurizi. Stefano Rogani e Rachele Donati, meglio conosciuta come la figlia di terrore, coordineranno invece la corsa delle vespe a barbetta con relativi balli.

Martina Properzi ed Alessandro Ferroni cureranno la realizzazione di particolari pigne che rappresentano varie realtà della città. Gabriele Rossetti ai cavalli, Massimiliani e Massimo De Biancalana si occupano della partita, Gianfelice Antonelli sarà oò coordinatore del gruppo ricerca fondi per la solidarietà.

La telecronaca della partita è affidata alla voce di Paolo Bedetta che imiterà il mitico Bruno Pizzul. La serata si aprirà con la consegna delle chiavi della città da parte del sindaco Terrenzi, chiavi che verranno restituite il 3 settembre all’apertura del concerto che rappresenterà ultimo spettacolo delle feste patronali.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X