facebook twitter rss

Dopo la Confcommercio l’affondo del Pd:
“Un Piano Spiaggia che crea confusione”

POLITICA - Le considerazioni di Paolo Ferracuti, segretario del Circolo Pd Lido-Capodarco, sulle decisioni prese dall'Amministrazione Calcinaro
Print Friendly, PDF & Email

Le osservazioni della Confcommercio Marche Centrali in merito alla variante al Piano di Spiaggia presentata nei giorni scorsi dal Comune di Fermo, riaccendono i riflettori su un tema per il quale già in passato il Partito Democratico aveva sollecitato l’Amministrazione Calcinaro “ad una maggiore chiarezza e condivisione con cittadini, operatori del settore e forze politiche”, come rimarca Paolo Ferracuti, segretario del Circolo Pd Lido-Capodarco.

“Si tratta di un Piano atteso da anni dalla costa nord fermana – spiega Ferracuti – e che parte da elaborazioni delle precedenti Amministrazioni, uno strumento utile a potenziare l’economia turistica legata al balneare che riguarda non solo la costa, ma l’intera città di Fermo e molto dell’intero territorio. Oggi però ci sia consentito di dire che della variante discussa dalla Giunta non condividiamo né le modalità né il merito di alcuni emendamenti presentati, che non fanno altro che far apparire il Piano come una norma pasticciata che rischia di scontentare tutti, e che crea ulteriore confusione e disorientamento ai concessionari di spiaggia già interessati dalla Bolkestein. L’elaborazione di questo Piano avremmo voluto fosse accompagnata da una partecipazione più attiva a partire da un maggiore coinvolgimento, in primis, degli stessi operatori turistici che lavorano nel settore, ma anche di forze politiche, associazioni e cittadini. Un percorso di questo tipo avrebbe sicuramente arricchito di idee progettuali il Piano stesso, invece ci dispiace constatare come siano state introdotte norme del tutto destabilizzanti per la categoria dei balneari senza compiere un necessario e dovuto passaggio in Consiglio comunale e senza la minima condivisione con le forze politiche e le categorie interessate”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X