facebook twitter rss

Aggredito da un mendicante in pieno centro, paura per un anziano

PORTO SAN GIORGIO - Tempestivo l'arrivo sul posto dell'ambulanza della Croce Azzurra di Porto San Giorgio e della Polizia Municipale. Lo sfogo dei residenti: "Provvedimenti immediati e efficaci nei confronti dell'aggressore, è noto alle forze dell'ordine. Non vogliamo arrivare a esclamare che lo avevamo detto"
sabato 22 Settembre 2018 - Ore 17:48
Print Friendly, PDF & Email

 

di Giorgio Fedeli e Paolo Paoletti

Erano circa le 17  di oggi pomeriggio quando un anziano è stato aggredito da un mendicante in cerca di elemosina. Il fatto è avvenuto mentre l’uomo passeggiava in corso Garibaldi, nel cuore di Porto San Giorgio, lungo la Statale Adriatica. L’anziano, secondo una prima ricostruzione,  sarebbe stato avvicinato da un soggetto che, secondo l’identikit, sarebbe già un volto noto alle forze dell’ordine. E, stando a una prima sommaria ricostruzione dell’accaduto, dinanzi alla richiesta d’elemosina e alla successiva reazione di diniego da parte dell’anziano, il mendicante ha reagito picchiandolo e sputandogli. 

Tempestivo l’arrivo sul posto dell’ambulanza della Croce Azzurra di Porto San Giorgio e della Polizia Municipale. L’uomo, che ha riportato lievi contusioni alla testa e alle braccia, è stato subito medicato e tranquillizzato, visto il grande spavento. Polizia Municipale che ha raccolto le testimonianze dei presenti che hanno assistito alla scena.

LA RABBIA DEI RESIDENTI

Su tutte le furie alcuni residenti scesi in strada per capire cosa fosse successo: “Abbiamo capito tutti chi è quel soggetto, di chi si parla. Non è certo la prima volta che aggredisce qualcuno, che alza le mani.  E’ assurdo che non si riesca a prendere dei provvedimenti. Capiamo le forze dell’ordine e la polizia municipale che lo conoscono bene e che, purtroppo, oltre a raccogliere eventuali denunce non possono fare. Ormai non serve nemmeno più identificarlo. Sanno tutti chi è e come si comporta. Qui è la legge che è tutta sbagliata, che lega le mani alle forze dell’ordine e che, perç, di riflesso, permette a questi individui di fare quello che vogliono. E a volte ci scappa anche l’aggressione. E se domani dovesse succedere qualcosa di peggio? Ormai i refrain tipo ‘lo sapevamo’ non bastano più. Bisogna intervenire con fermezza e determinazione nei confronti di questi personaggi. Siamo stanchi di sopportare questi affronti e, allo stesso tempo, impauriti anche di uscire e rientrare nelle nostre case”.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X