facebook twitter rss

Violano le norme
anti-Coronavirus e si ‘divertono’
a distruggere una panchina

FERMO - L'atto vandalico a danno di una panchina e di una staccionata nel giardino pubblico vicino alla scuola di Molini
Print Friendly, PDF & Email

di Simone Corazza

Non solo escono di casa in questi giorni in cui le raccomandazioni e le disposizioni del Governo, per contenere il contagio da Coronavirus, sono incontrovertibili, ripetute all’infinito da istituzioni e forze dell’ordine. Non solo, quindi, violano la legge. Ma si divertono anche a distruggere una panchina in un parco pubblico.

Il fattaccio nel giardino pubblico a pochi passi dalla scuola di Molini-Girola, a Fermo, quello per intenderci usato dai bimbi per scorrazzare e divertirsi all’uscita dalla scuola, in tempi di normalità, ovviamente. Quella a cui tutti ci auguriamo di poter tornare prestissimo. Ma la stessa dalla quale qualcuno sembra lontanissimo, se non altro per l’assoluta carenza di senso civico, di rispetto, di educazione. “Non solo escono, ma si divertono pure a combinare simili scempi. Un gesto inqualificabile, a danno dei bambini che presto torneranno a giocare nel parco, commesso oltretutto in una condizione di reato, poichè usciti di casa quando non si può. In un momento in cui tutti dovremmo simbolicamente stringerci e essere sempre più uniti nella lotta a questo tremendo Coronavirus – la puntualizzazione di alcuni residenti – c’è anche chi dimostra di essere proprio distante anni luce dal senso di comunità, di rispetto, di senso civico ma anche e soprattutto di rispetto per se stessi, perché quella panchina, quel parco, sono un bene di tutti noi”.

 



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X