facebook twitter rss

Lungomare sotto assedio, spaccata
allo chalet: i ladri pasteggiano
a champagne, Franchellucci: “Sciacalli”

PORTO SANT'ELPIDIO - Ladri sfondano una vetrata al Gambero-Settemari, è la seconda volta in 20 giorni, il Sindaco:"Situazione inaccettabile, finanziamo come Comune un ampliamento della vigilanza privata"
Print Friendly, PDF & Email
Gli chalet di Porto Sant’Elpidio ancora una volta bersaglio dei ladri. E’ successo di nuovo, la notte scorsa, con malviventi che hanno razziato il litorale. Hanno colpito, in particolare, il Gambero – Settemari, sul lungomare nord, già visitato appena 20 giorni fa. Ignoti hanno abbattuto le vetrate antisfondamento, utilizzando dei pesanti copri contundenti per ricavarsi una breccia. Hanno divelto anche i cavi dell’impianto elettrico, probabilmente pensando si trattasse del sistema d’allarme che cercavano di disinnescare. Hanno forzato la cassa prelevando pochi spiccioli e forzato anche altre vetrate interne ed esterne. Non trovando somme di denaro consistenti, hanno portato via alcune bottiglie di champagne. Una razzia lampo, durata pochi istanti, dal momento che la sirena dell’allarme è scattata e i ladri si sono frettolosamente allontanati. Un ennesimo colpo per i fratelli De Santis, decani della ristorazione cittadina, che per l’ennesima volta si trovano a fare la conta di danni e furti. Ma sono purtroppo in numerosa compagnia, dato che è difficile tenere il conto dei bar e stabilimenti del litorale derubati o danneggiati negli ultimi anni con continuità.
Arrabbiato il sindaco Nazareno Franchellucci, che definisce “inqualificabile chi si accanisce su persone già in difficoltà, che vivono un momento così delicato. Sono degli sciacalli, considero questi malviventi al pari di chi ruba nelle zone terremotate o truffa le persone più deboli e fragili. Già a marzo e aprile, durante il lockdown, abbiamo vissuto una situazione simile sul nostro lungomare. Oggi stesso chiamerò il Prefetto, per chiedere che nel lavoro di coordinamento delle forze dell’ordine si ponga particolare attenzione su luoghi, come il lungomare, che saranno meno frequentati per via delle chiusure serali, quindi più attaccabili”.
Oltre all’accusa, la proposta. “Già la scorsa primavera abbiamo avviato una collaborazione con agenzie private di sicurezza per garantire maggiore presidio delle zone critiche. Da qui a breve, insieme agli esercenti e concessionari di spiaggia avvieremo di nuovo queste attività, amplieremo la convenzione con controlli finanziati dall’Amministrazione comunale, per porre maggiore attenzione principalmente al lungomare. Esprimo naturalmente la mia piena solidarietà a chi è stato derubato ed ha subito stanotte furti e danneggiamenti”

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti