facebook twitter rss

Incassano i soldi per una partita di scarpe e scompaiono, scovati dai carabinieri

MONTEGRANARO - Si tratta di un rumeno di circa 40 anni residente nella provincia di Firenze, ed un giovane di circa 20 anni, anch’egli residente in quella zona. I due sono stati così denunciato alla procura della repubblica per il delitto di truffa, in concorso tra loro
Print Friendly, PDF & Email

I carabinieri di Fermo, proseguono quotidianamente i controlli su tutti i fronti. Ancora truffe on line: scovati ed assicurati alla giustizia altri due soggetti che, con artifici e raggiri, dopo aver incassato 3.500 euro per la fornitura di una partita di scarpe, sono scomparsi.

I carabinieri di Montegranaro, all’esito di un’attività investigativa ad hoc, condotta anche con l’ausilio di tabulati telefonici e documentazione bancaria, hanno dato un volto ai due truffatori che, dopo aver ricevuto la somma di 3.500 euro mediante bonifico bancario, si sono resi irreperibili, non inviando all’acquirente la merce pattuita.

“I fatti: una donna residente a Montegranaro, a novembre – raccontano dalla compagnia dell’Arma di Fermo – ha acquistato su un sito internet, una partita di scarpe al prezzo di 3.500 euro, cifra apparentemente molto conveniente in relazione ai correnti prezzi di mercato. Dopo una prolungata trattativa con i venditori, avvenuta via mail e con contatti telefonici, la donna è stata indotta, con artifici e raggiri, a versare la somma di euro su un Iban indicato dai venditori.
L’acquirente, dopo aver eseguito l’operazione bancaria ha, però, atteso invano, per circa due settimane, l’invio della merce e ha tentato di contattare i venditori che nel frattempo avevano rimosso l’inserzione sul sito internet, disattivando anche la casella di posta elettronica ed il recapito telefonico. La donna ha così segnalato la truffa ai carabinieri di Montegranaro.
E così gli uomini dell’Arma, di concerto con l’autorità giudiziaria, hanno avviato un’approfondita attività investigativa, condotta anche con l’esame dei tabulati telefonici e l’acquisizione della documentazione bancaria, attività che ha consentito di smascherare i due delinquenti: si tratta di un rumeno di circa 40 anni residente nella provincia di Firenze, ed un giovane di circa 20 anni, anch’egli residente in quella zona. I due sono stati così denunciato alla procura della repubblica per il delitto di truffa, in concorso tra loro. I carabinieri di Fermo esortano i cittadini a diffidare da annunci con prezzi particolarmente vantaggiosi, dietro ai quali potrebbero nascondersi vere e proprie associazioni criminali dedite a truffe e ricettazione di oggetti rubati.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti