facebook rss

Schianto in A14, tre morti:
istruttrice di nuoto 35enne
travolta da un camper

PESCARA - (IMMAGINI PER GENTILE CONCESSIONE DI RETE 8 ABRUZZO) Dopo l'impatto Raffaella  sarebbe scesa dalla macchina impaurita. I tir e gli altri mezzi che sopraggiungevano sono riusciti ad evitarla ma poi un camper l'ha investita ed uccisa
martedì 22 agosto 2017 - Ore 12:02
Print Friendly, PDF & Email

 

(immagini Rete 8)

 

IMMAGINI PER GENTILE CONCESSIONE DI RETE 8 ABRUZZO (leggi l’articolo di RETE 8)

di Paolo Paoletti

Raffaella Cotechini

Un terribile incidente che ha visto, tra le vittime, anche Raffaella Cotechini, 35enne di Porto Sant’Elpidio. Una notizia drammatica, quella arrivata questa notte da Pescara. Raffaella era conosciutissima e apprezzata istruttrice di nuoto presso la piscina comunale elpidiense. Dopo la chiusura per lavori di quest’ultima, Raffaella era entrata nello staff della piscina comunale di Civitanova Alta ed ha collaborato anche in alcune palestre a Porto San Giorgio. Tra le sua specializzazioni quella in corsi per ginnastica in acqua per donne incinta. Sembra stesse tornando a casa dalle vacanze. Al suo fianco il ragazzo, rimasto ferito. 

(immagini Rete 8)

Il terribile incidente stradale si è verificato poco dopo la mezzanotte lungo la corsia nord della A14 nel territorio  di Pescara, più esattamente a Città Sant’Angelo. Un bilancio tragico di tre morti e cinque feriti. Coinvolte sei auto ed un mezzo pesante con il tratto di A14 tra Pescara nord e Pescara ovest  chiuso al traffico. Sul posto le ambulanze del 118,  diverse squadre dei Vigili del Fuoco, la Polizia Stradale e il personale di Autostrade per l’Italia. Si è venuta a creare una coda di oltre due chilometri. Autostrada che ha riaperto dopo le 3 del mattino.

Una dinamica terribile, ancora in fase di ricostruzione. Era passata la mezzanotte quando l’auto, una Fiat 124 sport,  condotta da Raffaella Cotechini, 35enne di Porto Sant’Elpidio, per cause in fase di accertamento, avrebbe urtato un Tir fermo sulla piazzola di sosta. L’auto della 35enne è stata scaraventata sulla corsia di sorpasso. Dopo l’impatto Raffaella  sarebbe scesa dalla macchina impaurita. I tir e gli altri mezzi che sopraggiungevano sono riusciti ad evitarla ma poi un camper l’ha investita ed uccisa.

Un dramma che era solo all’inizio. Altre due Fiat Punto in arrivo non sono riuscite ad evitare l’incidente e si sono schiantate contro i mezzi già incidentati. Due le ulteriori vittime che si trovavano rispettivamente come passeggere nelle due differenti auto Annunziata Caforni, 59 anni, di Valle Castellana (Teramo), e Concetta Irmici, 75 anni, di San Severo (Foggia). Due i feriti gravi trasportati all’ospedale di Chiti in prognosi riservata, mentre gli altri feriti si trovano all’ospedale di Pescara: un ottantenne di Ortona, una donna di 32enne, ed una ragazza di 14 anni, tutte e due di Milano.

 

(immagini Rete 8)

(immagini Rete 8)

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X