facebook twitter rss

La Malloni c’è,
espugnata Pescara

SERIE B - Nella settimana dedicata al Santo Patrono San Crispino la squadra di Domizioli sbanca il PalaElettra sfatando anche il digiuno che vedeva i rivieraschi sempre a secco, dal ritorno in categoria, contro gli Amatori abruzzesi. Finisce 68 - 72
Print Friendly, PDF & Email

La squadra abbraccia i tifosi che hanno affrontato la trasferta al termine del blitz sportivo

PESCARA – Torna a sorridere la Malloni, che nella settimana dedicata al Santo Patrono San Crispino sbanca il Pala Elettra e raggiunge quota sei punti nella classifica di un girone C sempre più avvincente ed equilibrato. Vittoria meritata quella dei biancoazzurri, precisi ed ordinati per 35 minuti, confusionari ed in apprensione negli ultimi cinque. Il black out poteva costare carissimo ma a togliere le castagne dal fuoco ci ha pensato un Fabrizio Piccone in serata di grazia con 17 punti a referto.

IL TABELLINO

AMATORI PESCARA BASKET 68: Capitanelli 16, Bedetti 15, Leonzio 13, Caverni 13, Drigo 11, Bini 0, D’eustachio 0, Del sole 0 , Grosso 0, Di giorgio 0, Boscherini 0. All.re Rajola

MALLONI BASKET PORTO SANT’ELPIDIO 72: Maggiotto 18, Piccone 17, Zanotti 14, Navarini 10, Cernivani 6, Torresi 4, Romani 3, Cinalli 0, Bravi 0, Rosettani 0, Balilli 0. All.re Domizioli

ARBITRI: Borrelli e Agnese

LA CRONACA

Pescara parte forte grazie ad una buona circolazione di palla e ad un ispirato Bedetti mentre la Malloni si affida al solito Maggiotto che smaltito l’infortunio al ginocchio risulta essere il migliore dei suoi per lunghi tratti della gara.

Il primo quarto si conclude 23 – 16 con cinque punti consecutivi dell’ala biancoazzurra dopo che Romani e compagni erano finiti anche a -10  ( 21 – 11 ). Il match cambia nei secondi dieci minuti: la Malloni trova continuità in attacco, sale in cattedra Zanotti con due schiacciate consecutive, tripla di Cernivani e tanta intensità in difesa. Inerzia tutta dalla parte degli elpidiensi che chiudono avanti di 3 ( 31 – 34 ) all’intervallo lungo.

Un problema all’allarme antincendio del PalaElettra ritarda l’inizio del terzo parziale che ripropone il leitmotiv dei secondi dieci minuti: ancora Malloni in palla grazie ai recuperi difensivi di Romani e all’energia di Cinalli. Il resto lo fa Piccone che vive una domenica da protagonista con nove punti consecutivi che portano PSE al tramonto del terzo periodo sul +11 ( 48 – 59 ). Pescara è imbrigliata, incapace di reagire ma quando la gara sembra in ghiaccio ecco il black-out che non t’aspetti.

Una tripla di Caverni riapre incredibilmente la disputa ( 68 – 70 a 30” dalla sirena) dopo che la Malloni aveva trovato la via del canestro soltanto grazie alle invenzioni di Piccone. Pescara avrebbe anche la palla della vittoria o della possibile parità ma la penetrazione di Leonzio va lontana dal bersaglio. L’antisportivo subito da Cernivani a sirena suonata fissa il punteggio finale sul 68 – 72.

Una vittoria meritata che ha mostrato progressi nella qualità del gioco per buona parte dell’incontro, buone le risposte dalla panchina con Romani, Cinalli e Piccone bravi a dare un contributo fondamentale. Nota statistica: la squadra di Domizioli dal ritorno in Serie B nel 2013/14 aveva sempre perso con Pescara sia in terra abruzzese che sul parquet amico.

Si torna in campo mercoledì alle 18.00 quando al palas di Via Ungheria arriverà la lanciatissima Nardò per un inedito scontro ai piani alti di un indecifrabile e bellissimo campionato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti