facebook twitter rss

Il Palio dei Comuni 2017
va a Monte Urano

IPPICA – In un bellissimo pomeriggio di sport ed intrattenimenti alternativi, al San Paolo si sono sfidati 24 comuni di Marche, Umbria e Abruzzo
domenica 19 novembre 2017 - Ore 19:56
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Tre le batterie in programma, con otto cavalli ciascuna, prima della finale a dodici con i primi quattro classificati di ogni eliminatoria ( leggi il nostro articolo ).

Nella prima batteria hanno vinto i padroni di casa del Montegiorgio con il cavallo Tamura Rock, a seguire Castelfrentano (Pancottina Bar), Monsampietro Morico (Stella Azzurra) e Fermo (Something). Fuori dai giochi: Loreto, Mogliano, Petritoli e Servigliano.

Nella seconda successo di Monte Urano con Peace of Mind, davanti a Falerone (Uragano dei Lady), Massa Fermana (Santiago) e Campofilone (Top Gun America). Fuori dalla finale: Force, Grottazzolina, Montegranaro e Rapagnano.

Terza ed ultima selezione che ha visto lo spunti vincente all’ultima curva del cavallo di Magliano di Tenna (Suertes Cage), seguito da Sant’Elpidio a Mare (Pantera del Pini), Assisi (Rugiada SMS) e Porto Sant’Elpidio (Royal Rock). Esclusi dunque Civitanova Marche, Montappone, Ripatransone e Santa Vittoria in Matenano.

Gran finale quindi per aggiudicarsi il Palio dei Comuni 2017 tra (in ordine di partenza) Monte Urano (sul cavallo Peace of Mind – driver Gocciadoro), Montegiorgio (Tamure Roc –  Mollo), Sant’Elpidio a Mare (Pantera del Pino –  Legati), Magliano di Tenna (Suerte Cage – Bellei), Falerone (Uragano del Lady – Cheli), Massa Fermana (Santiago De Leon –  Minnucci), Campofilone (Top Gun America –  Monopoli jr), Fermo (Something – Virzì), Castelfrentano (Pancottina Bar – Vecchione), Assisi (Rugiada Sms – D’Ambruosio), Monsampietro Morico (Stella di Azzurra – M. Di Nicola) e Porto Sant’Elpidio (Royal Roc – Becchetti).

Finale avvincente e gran duello che ha visto prevalere il cavallo di Monte Urano davanti a quello di Montegiorgio, terzo posto per Assisi, a seguire Magliano di Tenna e Sant’Elpidio a Mare.

Una finale del Palio al cardiopalma e con un tifo da stadio dagli spalti. Una corsa bellissima, con Tamure Rock che sfila subito su Peace of Mind, che però non lo lascia scappare e lo insegue caparbiamente per tutta la corsa. Dopo ottocento metri avanza Suerte’S Cage, Tamure Rock approfitta del calo del portacolori di Magliano di Tenna per tentare una fuga, ma in prossimità del palo viene giustiziato all’interno da Peace of Mind che confermava di sopportare bene le due prove a differenza forse di Suerte’s Cage. Grande festa per il vincitore che viene portato in trionfo dai supporter del Comune di Monte Urano, che l’anno scorso aveva disertato il Palio.

Serata fortunata anche per Castel Frentano che porta a casa la vittoria nella finale della quarta edizione di Voglia di Palio (settima corsa in cartellone), dopo circa 20 anni di presenza continuata al Palio, il comune chietino porta a casa una bella vittoria con la femmina di 5 anni che si chiama appunto “Tanto Bella”
Passano gli anni ma il Palio dei Comuni rimane sempre una delle più appassionanti e sentite manifestazioni ippiche italiane. Tre regioni sul campo di Montegiorgio e tutte e tre con un bel risultato: Monte Urano porta a casa la vittoria nella XXIX edizione del Palio, l’Umbria con Assisi guadagna una prestigiosa terza piazza, sempre al Palio e l’Abruzzo con Castel Frentano può fregiarsi della vittoria nella quarta edizione di Voglia di Palio.
Grande affluenza di pubblico e spettacolo tecnicamente elevato. Inoltre una bella giornata di sole ha accompagnato il convegno ippico. Molto gradito il pranzo al ristorante preparato dallo staff dell’Hotel Ristorante Roma di Amatrice che messo in tavola le sue specialità: mezze maniche alla grigia e e spaghetti alla amatriciana e poi abbacchio e patate. Oltre trecento persone hanno persone a tavola, e molte che hanno dovuto rinunciare perché il ristorante era pieno da giorni. Ma anche il Bar Quadrato ha fatto leccare i baffi con le sue specialità enogastronomiche e poi stand che proponevano pesce, dolci, porchetta e ogni ben di Dio. Molto apprezzata la degustazione dei vini, in particolare “Il Messia” il rosso della Cantina Domodimonti di Montefiore dell’Aso, del presidente dell’Ascoli Picchio.

Tiziano Vesprini

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X