facebook twitter rss

Ousmane Gueye senza
paura della capolista

SERIE A 2 - All’appuntamento settimanale del Poderosa Caffè la guardia senegalese si sente in forma e pronto a cominciare l’anno sportivo col massimo dei risultati a Trieste
venerdì 5 gennaio 2018 - Ore 21:27
Print Friendly, PDF & Email

PORTO SAN GIORGIO – E’ lo chalet ristorante Tropical ad ospitare la vetrina sul basket locale e a parlare è Gueye, giocatore che nel mese di dicembre è apparso sempre più in forma, aiutando la sua XL Extralight a mantenere stretto a sé il secondo posto in classifica.

Con l’Alma Trieste si chiude in salita un girone di andata pieno di soddisfazioni, emotivamente cosa si aspetta?

“In questa sfida si respirerà a pieno l’aria dei playoff. Sarà una partita tosta perché non è di certo la più agevole da sconfiggere, senza sottolineare ovviamente che si tratta di una delle trasferte più lontane da casa”.

Affrontare la capolista può incutere un certo timore?

“Giochiamo per vincere, non dobbiamo temere nulla e nessuno, specie se ci dimostriamo compatti come abbiamo già avuto modo di fare contro la Fortitudo e contro Imola”.

Quali caratteristiche ostiche dovrete arginare?

“Hanno un organico ad altissimi livelli, così come sono elevati i loro obiettivi. Dovremo contenere l’irruenza degli americani e tenere sotto controllo Da Ros ed un ottimo Cavaliero. E non solo loro: Trieste vanta 10 nomi  e tutti altisonanti”

Il mese di dicembre è stato un pochino zoppicante sia per la Poderosa che per l’Alma, non crede?

“Siamo due belle realtà, diverse ma con carattere; ci possono stare le sconfitte, perché si affrontano partite equilibrate, anche se ovviamente perdere ‘rode’ a tutti. E comunque la voglia di entrambe le squadre di iniziare l’anno nuovo al meglio  può solo offrire un bello spettacolo di sport”.

Riguardo alla Coppa Italia, Trieste, in quanto capolista,  è già qualificata: questo potrebbe  farla essere meno aggressiva?

“Non credo, in questo sport non ci si può adagiare, mai. Così come Trieste ci darà il filo da torcere nonostante la qualifica, noi dobbiamo mettercela tutta senza pensare ad eventuali risultati altrui: dobbiamo pensare alla nostra ambizione e saziare la nostra fame di vittoria”.

Nelle ultime partite è stato più incisivo e determinante di sempre, è perché ha raggiunto la piena forma fisica?

“Non ho mai smesso di allenarmi duramente e con lo stessa costanza: credo che aver avuto maggiore visibilità e fiducia mi abbia dato modo di dimostrare al meglio quanto posso dare alla mia squadra: ho sfruttato al massimo tutti gli spazi che mi sono stati concessi”.

Silvia Remoli 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X