facebook twitter rss

Massimo Andreatini: ”Nessuna
distrazione dal caso Vicenza”

SERIE C - Il responsabile dell'area tecnica gialloblù avvisa l'ambiente: "Il girone di ritorno sarà un'altra storia. Necessario concentrarsi solo su noi stessi senza pensare ad altro''
giovedì 11 gennaio 2018 - Ore 17:43
Print Friendly, PDF & Email

Massimo Andreatini

FERMO – A tenere banco in questi giorni è il caso Vicenza, sul quale si è espresso anche il responsabile dell’area tecnica, Massimo Andreatini.

“E’ una vicenda che, da una parte, rattrista perché si sta verificando un fenomeno analogo a quello del Modena, con una squadra di notevole blasone in forte difficoltà. Dall’altra parte bisogna stare attenti a fare facili valutazioni correndo il rischio di mollare a livello di concentrazione o di obiettivi – il monito di Andreatini – . Non dobbiamo assolutamente cadere in questo tranello. La storia ci insegna che non si deve mai abbassare la guardia. A prescindere da quel che accade in altre realtà, noi dovremo andare dritti per la nostra strada, fare il nostro campionato, cercare di crescere a livello di esperienza e trarre i dovuti insegnamenti da ogni gara”.

“Questo girone di ritorno sarà completamente diverso da quello di andata ma l’importante sarà crescere dal punto di vista dei mezzi, della concentrazione e della mentalità – prosegue il dirigente. E’ questa la cosa importante per non farsi trovare scoperti nell’eventualità. L’unica cosa che mi sento di dire è che, nel caso in cui ci sia o no il Vicenza, la Fermana dovrà costruire le basi per un futuro duraturo in questa categoria. Se avremo la fortuna di giocare senza assilli in classifica, dovremo riuscire a trovare le giuste motivazioni sia se i giocatori vorranno continuare a giocare in questa categoria ed essere riconfermati sia se vorranno andare altrove. Nel caso in cui non ci fosse l’ipotetica esclusione, è necessario fare altri punti per raggiungere l’obiettivo”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X