facebook twitter rss

Flavio Destro non
ama i rumours:
”Restiamo concentrati
per il Sudtirol”

SERIE C - Il tecnico canarino non ascolta le chiacchiere di calcio mercato né dell’imminente fallimento del Vicenza: la priorità è riscattarsi sabato contro la formazione dell’Alto Adige
lunedì 15 Gen 2018 - Ore 17:52
Print Friendly, PDF & Email

La Fermana all’ex COPS

FERMO – Nell’ultima settimana di preparazione prima di ritornare a calcare il prato del Bruno Recchioni davanti al suo pubblico, la Fermana segue le direttive del proprio allenatore, che invita a rimanere lucidi, in un periodo così tempestoso sotto diversi punti di vista.

Innanzitutto siamo nel caldo rush finale di calciomercato, in cui i giochi di botta e risposta, domanda e offerta, tra società e procuratori si infittisce vertiginosamente; poi si attende ‘la fine della vicenda riguardante il Vicenza, che è un po’ come dire, più semplicemente, che si aspetta  la fine del Vicenza vera e propria, così tout court. Cosa  quest’ultima che rende ancor più simile ad uno spezzatino l’andamento già a singhiozzo di questo campionato, anzi, nello specifico, purtroppo,  proprio di questo girone B, anche alla luce della scomparsa del Modena.

Dobbiamo rimanere concentrati al massimo”, ripete mister Flavio Destro, un maestro nel tener calme le acque, quando c’è troppo movimento intorno: “Quella del Vicenza è una storia con dei contorni ancora non perfettamente definiti: guardiamo prima cosa facciamo noi, senza farci distrarre da cosa accade agli altri”. Essendo però un veterano  posto alla guida di trenta ragazzi, si rende anche umanamente conto che non è sempre facile fare il gioco delle tre scimmiette e rimanere indifferenti ai rumours esterni: “Capisco che è difficile per loro, ma dobbiamo pensare solo alla nostra preparazione attuale, perché abbiamo il dovere morale verso noi stessi e verso il nostro pubblico di riscattarci dopo la sconfitta di fine anno”.

La ferita sportiva riportata a San Benedetto infatti, seppur risalente a 20 giorni fa, brucia ancora ed in essa il mister sta cercando di ricavare la maggiore motivazione possibile nei suoi atleti che lo ascoltano ad orecchie tese nello spogliatoio: “Abbiamo lavorato tanto ultimamente per poter finalmente (dopo 22 giorni senza partite!) dimostrare sabato quanto valiamo”.

Sul fronte disponibili, oggi Sperotto si allena con i compagni e riferirà subito le sue sensazioni, cioè se la costola riporta strascichi oppure si è completamente rinsaldata. In settimana si saprà qualcosa di più. Pare che l’unico a rimanere fuori sia rimasto Benassi, che lamenta ancora il fastidio alla gamba.

E Luca Cognigni potrebbe dare lì davanti una mano a Lupoli per fargli bissare il gol dell’andata contro la sua vecchia squadra? “Se lavora bene tutta la settimana perché no?” Dice il mister lasciando il finale aperto: “e ha bisogno ancora di tempo non siamo qui a mettergli fretta in nessuna maniera anche perché ha avuto problemi seri ma credo sia sulla strada giusta per fare la sua bella figura in campo”.

Silvia Remoli


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X