facebook twitter rss

Il progetto sul centro storico va avanti:
riaperta via Castelfidardo, a breve incontro
con associazioni e residenti

MONTEGRANARO - L'annuncio dell'assessore Giacomo Beverati: "La messa in sicurezza è stata fatta in maniera sollecita da un proprietario. In via Palestro è stata da noi effettuata la chiusura delle porte di un edificio occupato in maniera abusiva"
mercoledì 7 Febbraio 2018 - Ore 13:17
Print Friendly, PDF & Email

Dopo circa un mese è stata riaperta via Castelfidardo, precedentemente chiusa per la messa in sicurezza di un edificio dopo l’ordinanza emessa dal sindaco Ediana Mancini. “Messa in sicurezza che – commenta l’assessore Giacomo Beverati – è stata fatta in maniera sollecita da un proprietario, che ha agito in stretto contatto con me e con l’Amministrazione comunale”.

Beverati fa anche il punto sulla situazione nel centro storico, partendo dall’incontro della scorsa settimana con l’Agenzia NuovaRes, che sta sviluppando per conto della stessa Amministrazione comunale un progetto specifico. “A fine mese si terrà un’assemblea con associazioni e cittadini – annuncia l’assessore -. Il lavoro sta procedendo in maniera spedita, è stata fatta un’analisi sociale ed economica del centro storico, un approfondimento sulle persone che vivono in questa parte della città, oltre ad una rischedatura degli edifici. Un lavoro che presenteremo e che sarà la base di partenza per un cammino di partecipazione progettuale insieme ad associazioni e residenti. Il recupero di questa parte della città sarà sviluppato attraverso gli assi strategici definitivi, tra i quali il co-hounsing, una tipologia di residenza per famiglie che possa in qualche modo beneficiare di linee di finanziamento. La prima che abbiamo individuato è quella del bonus sismico, che consente di recuperare l’80% delle spese per interventi di miglioramento degli edifici. Con questo, quindi, vogliamo favorire sia l’azione di co-housing sia il miglioramento da un punto di vista sismico degli edifici del centro storico. Segnalo, inoltre, che in via Palestro è stata da noi effettuata la chiusura delle porte di un edificio occupato in maniera abusiva. Si tratta, in sostanza, di interventi puntuali anche da un punto di vista di sicurezza, all’interno di un progetto di recupero che inizia con il coinvolgimento di tutti”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X