facebook twitter rss

Fermana, Cognigni tra la gara di Teramo
ed il prossimo match di Bassano

SERIE C - La punta, entrata nella ripresa della sfida vinta in rimonta contro gli abruzzesi, analizza l'elettrizzante successo del Recchioni, condito dai suoi assist, prima di lanciare la volata alla prossima tappa di stagione
Print Friendly, PDF & Email

L’attaccante Cognigni

FERMO – Ad analizzare la remuntada contro i “diavoli” è l’assistman di giornata, Luca Cognigni. L’attaccante fermano, in sala stampa commenta così il suo contributo al rilancio dei canarini nella seconda porzione di gara: “I due assist arrivano da una grande prestazione di squadra nel secondo tempo. Nel primo ci sono stati quei due episodi che avrebbero potuto tagliarci le gambe, invece, nella ripresa, tutta la squadra è ripartita supermotivata con la voglia di fare risultato. Questa è la condicio sine qua non degli attaccanti che, se messi nella migliore circostanza, fanno girare la palla”.

Cognigni parla anche del buon stato di forma che sta attraversando, nonostante il lungo infortunio che lo ha tenuto lontano dal rettangolo di gioco per un arco temporale assai prolungato. “Sono contento perchè c’era qualche rischio che, dopo un anno e mezzo di stop, avrei potuto avvertire problemi o fastidi, invece in questo mese sono riuscito ad allenarmi con continuità e sono soddisfatto di aver fatto tutti e 4 gli spezzoni di gara finora (dalla gara con il SudTirol del 20 gennaio, ndr). Credo di essere ad un 50% della forma migliore. Ringrazio il mister per la fiducia che mi ha dato e per avermi permesso di giocare”.

Sul prossimo avversario, il Bassano: “E’ un’ottima realtà con giocatori di categoria che negli ultimi anni ha fatto benissimo. E’ una squadra da affrontare con la massima concentrazione ed intensità. All’andata qui al Recchioni abbiamo perso per 1-0 ma non meritavamo la sconfitta e, nel finale, siamo stati sfortunati. Andremo al Mercante giocando come sappiamo perchè con l’atteggiamento giusto possiamo mettere in difficoltà qualsiasi squadra”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X