facebook twitter rss

Per mister Destro una
Pasqua lavorativa in
attesa del recupero
contro il Vicenza

SERIE C - La Fermana è chiamata al conto alla rovescia in vista del match contro i veneti, previsto per mercoledì 4 aprile. Contro i biancorossi il tecnico gialloblù ritroverà Franco Lerda, allenatore di cui il timoniere canarino ha ricoperto i gradi di secondo nelle piazze di Crotone e Torino
Print Friendly, PDF & Email

FERMO – Sarà una Pasqua lavorativa quella che verrà per i gialloblù, con la testa orientata al turno di recupero di mercoledì 4 aprile alle ore 16:30 a Vicenza.

“Siamo sempre concentrati perchè sappiamo di dover raggiungere il prima possibile l’obiettivo prefissato – afferma mister Destro – . Saranno una Pasqua ed una Pasquetta alternative, in cui sosterremo delle sedute di allenamento per arrivare nella migliore condizione all’appuntamento di mercoledì”.

Nella terra delle ville del Palladio, il tecnico gialloblù ritroverà alla guida del Lane il suo mentore Franco Lerda, di cui è stato il vice a Crotone e a Torino.

“E’ un allenatore molto preparato, con alle spalle categorie importanti, grande intenditore di calcio. C’è un rapporto di grande stima reciproca, da lui ho imparato molto e sono convinto che ce la metterà tutta. Credo che aiuterà l’ambiente a risollevarsi da questo momento difficile. Sulla penalizzazione? Era nell’aria. Il Vicenza è una squadra che può fare bene ed ha giocatori di qualità. Il campionato è ancora tutto aperto”.

Il trainer canarino fa un passo indietro ed analizza il match di domenica scorsa contro la FeralpiSalò, da cui è scaturito un punto d’oro. “Per l’ennesima volta abbiamo preso un gol balordo ma, tolto questo, tante sono state le situazioni positive. La squadra ha reagito, ha creato, ha cercato sempre di fare il proprio gioco, non ha mai mollato, ha vinto moltissimi duelli ed è stata bravissima in fase di raddoppio. La circostanza sul gol preso poteva essere gestita meglio, così come qualche mischia nella loro area. Quando saltiamo nell’area avversaria dobbiamo essere più cattivi ed arrivare prima noi sulla palla. Saporetti? Ha fatto molto bene se si considerano due aspetti: il primo che non giocava da molto tempo; il secondo che marcava il capocannoniere del girone B Guerra. Tutti i ragazzi chiamati in causa hanno risposto in maniera positiva. Con un pizzico di fortuna in più, nel finale di gara, Maurizi avrebbe fatto il colpaccio del 2-1″.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti