facebook twitter rss

La Boca veste “veregra” e
vince, calcio ad 11 pronto
a sbarcare sul Fermano

CALCIO - Il collettivo di Montegranaro protagonista in vetta al circuito a sette Tec, con l'occhio rivolto alla Coppa ad otto Csi. Dalla nuova stagione l'offerta di Emanuele Trementozzi si allarga alle competizioni con l'undici tradizionale
venerdì 20 aprile 2018 - Ore 00:41
Print Friendly, PDF & Email

CIVITANOVA MARCHE – La Boca Sette Colli veste veregrense e si presenta con una vittoria nella seconda fase del calciotto Csi, superando per 7 a 6 Chalet Nuah. La società civitanovese, infatti, ha ufficializzato la fusione sportiva con il Montegranaro di mister Giuseppe Masullo, per quel che riguarda il c8 e darà la caccia al titolo di coppa, nel girone a sei che terminerà nel mese di maggio.

Gara sofferta quella dei veregrensi che, sotto di una rete a due minuti dal termine, concretizzano la grande rimonta e si candidano a protagonisti. Lo stesso Montegranaro che, nel campionato Tec Championship c7, tengono saldamente la vetta fin dal girone di andata. L’altra fermana, gli Incompresi di mister Fabio Faina, occupa al momento la terza posizione.

Calcio amatoriale gialloblù, dunque, in grande spolvero in attesa della rivoluzionaria formula del calcio a 11 che sbarcherà nella provincia a partire da settembre con il campionato organizzato dalla Polisportiva Sport Communication, in collaborazione con la Trementozzi Eventi Comunicazione. L’iscrizione sempre gratuita, la quota gara di soli 50 Euro, il tesseramento economico ma con copertura assicurativa di ottima fattura, riporteranno in auge il calcio non federale, facendo leva sull’economicità, il servizio a misura di società e la grande attenzione per la salute degli atleti.

Fermo e Macerata rappresentano il nostro terreno fertile dove poter lavorare – afferma il presidente Emanuele Trementozzi –. Perchè da anni statici e obsoleti nel modo di intendere il calcio amatoriale che non sia sotto l’egida della federazione. Il nostro intento è donare nuovamente lustro e freschezza ai tanti ragazzi che, ancora oggi, sognano correndo dietro un pallone. E vogliamo farlo facendo spendere il giusto, eliminando ogni qualsiasi forma di multa e sanzione e offrendo un servizio sempre al massimo”.

“Inoltre, punto essenziale, abbiamo formato tutti gli arbitri al corso d.a.e. per l’utilizzo del defibrillatore e non permettiamo che si possa giocare senza visita medica – precisa Trementozzi -. La salute di ogni atleta, per noi, è di primaria importanza. Abbiamo già ricevuto alcune richieste di informazioni per iscrizioni e quant’altro; siamo certi che Macerata, ma in particolar modo Fermo, risponderanno con entusiasmo perché sono due province che, fatta eccezione per il calcio federale, già ai massimi livelli, meritano davvero il meglio. E noi, con umiltà e sacrificio, oltre che professionalità, siamo pronti a farcene carico”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X