facebook twitter rss

Sisma, Celani e Marcozzi chiedono la proroga dei termini per la presentazione dei progetti per riparazione danni lievi

TERREMOTO - Chiesta anche l'istituzione di un “Tavolo tecnico-politico permanente” per esaminare le problematiche legate al sisma
venerdì 20 aprile 2018 - Ore 15:18
Print Friendly, PDF & Email

 

“L’Amministrazione regionale solleciti il Commissario straordinario per la ricostruzione a prorogare al 31 luglio il termine ultimo per la presentazione dei progetti per la riparazione dei danni lievi. Basta con la politica che, tra lassismo e incapacità amministrativa, relega i cittadini e i tecnici tra l’incudine del sisma e il martello di una burocrazia miope e asfissiante”. La capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale Jessica Marcozzi e il consigliere Piero Celani hanno presentato una mozione a riguardo.

“Lo scorso 13 marzo, infatti – spiegano Celani e Marcozzi – il direttore dell’Ufficio speciale Ricostruzione Marche per il Sisma 2016 ha segnalato che ammontano tra 5.000 e 6.000 i progetti (di ricostruzione per danni lievi) ancora da presentare, rimarcando però che la scadenza è fissata al 30 aprile prossimo. Una scadenza che ha dell’impossibile: i cittadini, con così poco tempo a disposizione, rischiano di non riuscire a presentare le opportune domande di contributi e i tecnici non hanno materialmente il tempo per espletare pratiche oltretutto complesse in un momento in qui oltretutto la terra ha ripreso a tremare. Il Commissario straordinario potrebbe rapidamente prorogare questa scadenza, e ha anche espresso la volontà, come previsto dalla legge 189/2016, di valutare l’effettiva proroga. Ma oggi, a distanza di soli 10 giorni dal 30 aprile, nessuna traccia o notizia al riguardo. Per questo motivo abbiamo chiesto, con una mozione, all’Amministrazione di sollecitare il Commissario straordinario a concedere la proroga e a farsi carico di istituire un tavolo tecnico-politico permanente per affrontare tempestivamente e ciclicamente tutte le problematiche emerse e che potranno emergere da qui in avanti, a partire proprio dalle scadenze, sempre e comunque da monitorare”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X