facebook twitter rss

Confronto con l’Area Vasta 4, la Cisl insiste: “Risorse insufficienti, garantire servizi e diritto alle ferie”

FERMO - Giuseppe Donati, segretario regionale della Cisl Funzione Pubblica, auspica che nel prossimo incontro previsto per il 22 maggio la Direzione possa rivedere le proprie proposte
martedì 15 maggio 2018 - Ore 14:32
Print Friendly, PDF & Email

 

Si è svolto lunedì mattina un primo incontro tra Direzione di Area Vasta 4 e sindacati per valutare le proposte organizzative per i mesi estivi.

“Come temevamo – afferma Giuseppe Donati, segretario regionale della Cisl Funzione Pubblica – le risorse messe a disposizione dalla Direzione sono apparse scarse e soprattutto non sufficienti per evitare azioni di riduzione di posti letto ed attività”.

A non convincere donati è soprattutto la proposta di ridurre i posti letto dell’area chirurgica “Nello specifico nei Reparti di Chirurgia ed Ortopedia si passerebbe da 30 a 22 posti letto, dal 1 giugno al 15 settembre, seppur legata alla riduzione, solo sulla carta, dell’attività della Sala Operatoria non fornisce alcuna garanzia di stabilità al sistema ospedaliero fermano perché, come avvenuto negli ultimi anni, l’ingolfamento prevedibile del Pronto Soccorso e l’aumento della popolazione per turismo costringerà la Direzione medica di Presidio a disporre via via riattivazioni estemporanee di posti letto per fare fronte alle situazioni emergenziali o ad appoggi di malati fuori reparto.

Tutto questo, poi, si potrebbe verificare in un contesto di organici notevolmente ridotti in numero e unità in turno che potrebbe creare forti disservizi all’assistenza e carichi di lavoro non congrui per i professionisti ed operatori. Addiruttura, per la prima volta nella storia fermana, nel piano ferie estivo non sono previste assunzioni straordinarie di Operatorii Sociosanitari che anzi, verrebbero addirittura tolti dai turni notturni dei reparti di Chirurgia ed Ortopedia.Tutto ciò è difficilmente accettabile”.

Di sicuro, ribadisce il segretario regionale, la Cisl Fp Marche continua a lavorare per evitare il taglio degli OSS dai turni notturni di Chirurgia e Ortopedia. “Su questa questione, in verità va detto, che la Direzione ha fatto delle aperture, ma noi resteremo sul piede di guerra fino alla certezza che una decisione assolutamente errata come questa, non verrà rivista”.

La Direzione di Area Vasta 4, ricordano dalla Cisl, ha previsto l’assunzione di 10 nuovi infermieri a tempo indeterminato e 4 a tempo determinato dal primo giugno. “Ma i dubbi che questo obiettivo possa essere raggiunto ci sono tutti – sottolinea Donati -. Il ritardo, infatti, con il quale si sono adottate le procedure per assumere gli infermieri, rende difficile e poco credibile che già da giugno questi infermieri possano essere disponibili. Detto questo e preso atto degli sforzi assunzionali fatti dall’Area Vasta 4, come Cisl Fp Marche riteniamo che sia urgente ed indispensabile un piano straordinario di assunzioni Asur per le ferie estive. Ad Ancona devono rendersi conto che l’Area Vasta è già troppo penalizzata sia sul fronte dei posti letto che su quello del personale. In estate raddoppia la popolazione e dopo il terremoto molti abitanti dei luoghi martoriati dal sisma sono stati ospitati sulla costa. Tutto questo non può essere dimenticato”.

A completare il quadro difficoltoso della sanità fermana, per Donati c’è anche la riduzione, a causa dell’accorpamento dei reparti già da un mese, dei posti di lungodegenza dell’Inrca di Fermo. “Azione questa, effettuata senza alcun confronto con la parte sindacale e sulla quale la Cisl Fp si riserva di intraprendere delle azioni forti perché non è possibile che un ente del sistema sanitario regionale a causa delle assunzioni di personale non fatte, metta a repentaglio l’offerta sanitaria di un territorio. La Cisl Fp dice basta alla sanità dei burocrati e dei ragionieri che da troppo tempo la Regione e la Giunta Ceriscioli sta promuovendo per poi regalare interi pezzi di sociosanitario ai privati”.

Altre iniziative proposte dalla Direzione per il periodo estivo sono:

  • DIPARTIMENTO PREVENZIONE: sospese per 1 mese (agosto) vaccinazioni Amandola;
  • AREA DISTRETTUALE: RESIDENZA SANITARIA RIABILITATIVA DI PORTO SAN GIORGIO: chiusura dal 21 luglio al 25 agosto;
  • DIPARTIMENTO SALUTE MENTALE: chiusura centri diurni di Porto Sant’Elpidio e Petritoli dal 5 al 19 agosto.

“Martedì 22 maggio – conclude Donati – ci sarà un’altra riunione con la Direzione che, comunque, si è dimostrata disponibile a rivedere le proprie proposte. Vedremo e giudicheremo”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X