facebook twitter rss

Franchellucci-Marcotulli, l’analisi del voto:
prova di forza del sindaco,
per Marcotulli decisiva la Faleriense

PORTO SANT'ELPIDIO - Di circa 2.200 voti il distacco tra i due candidati che conquistano il secondo turno; il sindaco uscente molto forte all'estremo sud della città ed alla Corva, Marcotulli soffre a Marina Picena, ma alla Faleriense guadagna i voti che gli valgono il secondo turno; Felicioni prende oltre 600 voti in più delle sue liste
Print Friendly, PDF & Email

di Pierpaolo Pierleoni

Il voto del 10 giugno consegna a Porto Sant’Elpidio una certezza. Serviranno altre due settimane per decretare il sindaco della città per il prossimo quinquennio. Una sfida a cui Nazareno Franchellucci e Giorgio Marcotulli si presentano con armi diverse. Il primo forte di un vantaggio netto, oltre i 17 punti percentuali. Il secondo con un margine di manovra più ampio per allargare il bacino di suffragi, dato che tutti i competitors in corsa alle amministrative si presentavano come alternativi all’amministrazione uscente. Il distacco tra i due sfiora i 2.200 voti.

Franchellucci, se si considera la crisi del Pd, con un consenso ai minimi storici, ha compiuto un’impresa. Il voto del 4 marzo consegnava al centrosinistra un risultato intorno al 20% ed appena 3.000 voti complessivi. Lui ne ha totalizzati ben 5.262, raggiungendo il 42,32% dei consensi. Se 5 anni fa la vittoria del sindaco uscente era stata frutto di una coalizione capace di trainarlo alla guida della città, sull’onda del consenso consolidato del centrosinistra in città, nel responso delle urne di ieri c’è molto di suo. Un risultato nel segno del Partito democratico, largamente il primo partito della città con il 23,51 dei voti, e con il principale valore aggiunto della Città del fare, la nuova civica nata quest’anno in appoggio al primo cittadino.
Il centrodestra di Marcotulli capitalizza la forza della Lega, largamente primo partito della coalizione con 1203 voti, pari al 10,76%. Fratelli d’Italia supera di un’incollatura Forza Italia, entrambi tra il 5 ed il 6%, mentre la civica Città e futuro si ferma al 3,72%. Spiccioli dalle altre due liste della coalizione, Popolo della famiglia e Risorgimento.
La squadra di Alessandro Felicioni supera la quota del 20%. La delusione era tangibile, stanotte, al quartier generale del gruppo, che ha atteso i risultati al bar Aragno, perchè era diffusa la fiducia in un consenso capace di proiettare il Laboratorio civico al ballottaggio. I 2563 voti totalizzati dal candidato sindaco sono comunque un bottino significativo per un gruppo costituitosi da pochi mesi. Felicioni è il candidato ad aver portato il maggior valore aggiunto alla coalizione, avendo conquistato oltre 600 suffragi in più rispetto alla somma dei voti delle sue liste.
Si ferma al 10% il Movimento 5 stelle di Moira Vallati, che deve accontentarsi del quarto posto e non va oltre i 1.200 voti complessivi. Sfuma la speranza di sede in Consiglio comunale per Casapound, con Francesco Pacini che si ferma al 2,2%.
Significative le differenze tra i diversi quartieri della città, andando ad esaminare il voto sezione per sezione. Franchellucci conferma le sue roccaforti: va fortissimo all’estremo sud della città, guadagnando la maggioranza assoluta dei consensi nelle sezioni dalla 17 alla 19, tra Faleriense e zona 167-San Filippo. Molto netta l’affermazione del centrosinistra anche alla Corva, mentre la zona più debole, tradizionalmente più favorevole al centrodestra, si conferma il centro città.
Abbastanza equilibrata la distribuzione del consenso per Marcotulli, che guadagna i voti decisivi per staccare Felicioni e conquistare il ballottaggio nelle sezioni della Faleriense, la 15 in particolare. Il Laboratorio civico, com’era nelle previsioni, si dimostra forte in centro, ma soprattutto a Marina Picena, dove è ampiamente la seconda coalizione. Minori invece i risultati a Fonte di Mare e soprattutto alla Faleriense. Il Movimento 5 stelle veleggia un po’ ovunque nei dintorni del 10%, tocca il suo risultato migliore a Cretarola, “casa” del candidato sindaco Vallati. Pacini con Casapound raggiunge il suo picco in centro, alla sezione 9, dove supera quota 6%.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X