fbpx
facebook twitter rss

Verso Città Medioevo: ecco le compagnie esterne in arrivo a Sant’Elpidio a Mare

SANT'ELPIDIO A MARE - La messa in scena di alcune novelle del Decameron di Boccaccio come filo conduttore della XXVI edizione, numerose le compagnie provenienti da fuori, tra giullari, artisti di strada, compagnie d'arme, artigiani medievali; torna anche la Città Medioevo dedicata ai più piccoli
Print Friendly, PDF & Email

La XXVI edizione di Città Medioevo è ormai alle porte: dal 19 al 22 luglio torna l’appuntamento dell’estate di Sant’Elpidio a Mare. L’evento è ormai tradizionalmente uno degli appuntamenti estivi immancabili del territorio elpidiense. Nata nel 1992, Città Medioevo vuole ribadire la sua importanza nel cartellone degli eventi organizzati dalla Contesa del Secchio e a continuare a crescere nelle presenze e nell’apprezzamento. Dopo gli ottimi numeri del 2017, edizione dedicata ai Sibillini colpiti dal sisma, quest’anno il tema centrale sarà il Decameron del Boccaccio. Oltre alle tipiche scene di vita quotidiana medievale verranno rappresentate da parte delle contrade storiche e delle delegazioni foranee alcune delle novelle più belle e significative del Decameron.

Quanto alle compagnie esterne che arricchiranno il cartellone e le spettacolazioni, in Corso Baccio l’Associazione di artigiani di mestieri antichi Fare Medievale darà vita al mercato degli artigiani medievali. Sempre in Corso Baccio si potrà assistere agli affascinanti spettacoli di danza aerea de Lagru, ai dissacranti giochi della Combriccola dei Lillipuziani e alle incredibili performance sui trampoli degli artisti del Teatro di strada di Acqualta. Nel cortile di via Cunicchio la Compagnia dei Falconieri darà mostra dell’antica arte della falconeria, introducendo il pubblico al mondo dei rapaci con esibizioni di volo libero.
Nel Piazzale Mallio saranno presenti i belligeranti di Militia Bartholomei, che stazioneranno con il loro accampamento storico e si esibiranno in combattimenti coreografati. Piazza Matteotti farà scenario alle evoluzioni della Compagnia VisionAria Danza Aerea e Nuovo Circo.
Come consuetudine le Contrade Storiche di San Giovanni, San Martino, Sant’Elpidio e Santa Maria accoglieranno il pubblico nelle loro locande e permetteranno loro di cenare all’interno del borgo antico di Sant’Elpidio a Mare: oltre ai consueti sapori della tradizione culinaria locale, verranno proposti piatti vegetariani e un menù apposito per i bambini. E, a proposito dei più piccoli, verrà riproposta anche quest’anno la “Piccola Città Medioevo”, che, con zone dedicate e spettacoli a tema, darà loro modo di godere dello scenario unico della manifestazione: l’aerea sarà allestita nelle zone della Contrada San Giovanni e permetterà alle famiglie di vivere con maggiore libertà le quattro serate della manifestazione.

“Città Medioevo non è solo un’occasione di aggregazione sociale per il territorio elpidiense, ma coniuga a essa anche un’invidiabile capacità attrattiva per il turismo locale – commenta la presidente dell’Ente Contesa Alessandra Gramigna – Tutto ciò non sarebbe possibile senza la passione e l’impegno di tutti coloro che per mesi si occupano della pianificazione e programmazione della manifestazione storica e a cui vanno i più vivi ringraziamenti”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X