facebook twitter rss

Una donazione per la chiesa
di San Lorenzo, Marcozzi:
“Sistemazione indispensabile”

ANCONA - La consigliera regionale di Forza Italia si era fatta promotrice di un intervento per una chiesa che non rientra negli edifici che possono accedere a contributi ordinari
Print Friendly, PDF & Email

La parrocchia di San Lorenzo a Cretarola, nel territorio di Sant’Elpidio a Mare, con la chiusura a seguito dei eventi sismici 2016, potrà finalmente essere sistemata e messa in sicurezza per poi essere riconsegnata alla fedeli e al suo Parroco. Grazie a una donazione di cui si è fatta promotrice la consigliera regionale di Forza Italia Jessica Marcozzi nei confronti del presidente della Regione, Luca Ceriscioli, sarà, infatti, possibile intervenire sull’edificio di culto danneggiato dai recenti eventi sismici. Ora si spera solo che la donazione arrivi il prima possibile.

La chiesa di San Lorenzo, purtroppo, infatti, non rientra negli edifici che possono accedere a contributi ordinari per la messa in sicurezza perché è stata costruita solo 51 anni fa. Ma la sistemazione dell’edificio si rende indispensabile dal momento che la parrocchia racchiude i quartieri di Luce, Cretarola e Villa Falconi con complessivamente oltre 2.800 parrocchiani in un territorio che spazia dal confine con Monte Urano al centro di Sant’Elpidio a Mare con la Collegiata, e dove oltretutto risiede Monsignor Luigi Conti, Arcivescovo emerito di Fermo.

Un luogo di culto, dunque, ma anche di aggregazione sociale per la collettività e per gli stessi parrocchiani che mezzo secolo fa l’hanno costruito. Attualmente con la disponibilità della Diocesi e del parroco Don Robert, le funzioni religiose sono celebrate nei locali del Centro Sociale. E tutti attendono con ansia di poter tornare nella loro chiesa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X