facebook twitter rss

Dopo il sorpasso sfodera una pistola,
i carabinieri gli trovano una Beretta
ad aria compressa nell’auto

RICERCHE - L'uomo dovrà rispondere ora alla magistratura di Ascoli Piceno di minaccia aggravata e porto abusivo di armi o oggetti atti ad offendere
giovedì 9 Agosto 2018 - Ore 13:22
Print Friendly, PDF & Email

Segnalano ai carabinieri una persona armata. E i militari dell’Arma si attivano immediatamente rintracciando una persona che ora dovrà rispondere di minaccia aggravata e porto abusivo di armi o oggetti atti ad offendere. Ma andiamo per ordine. Con il resoconto dei carabinieri:

L’intensificata attività preventiva messa in atto dai carabinieri di Ascoli Piceno ha permesso di individuare prontamente e bloccare un uomo di circa 60 anni residente nell’entroterra ascolano: “Che poco prima – spiegano i militari dell’Arma – si era reso artefice di una grave minaccia ad un utente della strada. L’uomo, alla guida della sua autovettura nel comune di Castel di Lama, dopo aver compiuto un sorpasso giudicato pericoloso e azzardato da un quarantaseienne che viaggiava nella stessa direzione di marcia in compagnia della moglie, facendoglielo notare con alcuni colpi di clacson, ha estratto una pistola brandendola con fare minaccioso verso il malcapitato che, preso da sconcerto e paura ha avvisato immediatamente il 112. I carabinieri della stazione di Offida, comandata dal maresciallo capo Carlo Laera, si sono messi immediatamente alla ricerca del soggetto armato, rintracciandolo nei pressi della propria abitazione.

L’uomo, sottoposto a perquisizione sul posto, è stato trovato in possesso di una pistola ad aria compressa marca Beretta di colore nero, di libera vendita, rinvenuta nel porta oggetti dell’autovettura, del tutto simile a quelle in dotazione alle forze dell’ordine, pistola che è stata sequestrata. L’uomo dovrà rispondere ora alla magistratura di Ascoli Piceno di minaccia aggravata e porto abusivo di armi o oggetti atti ad offendere.
L’azione dei Carabinieri continuerà sempre con maggiore dinamismo nella prevenzione e repressione dei reati in danno dei cittadini onesti, la cui collaborazione è fondamentale come nel caso odierno per raggiungere immediati risultati. Tutti sono, pertanto, invitati a chiamare subito il 112 in caso di bisogno, ovvero recarsi personalmente in caserma, nonché contattare l’Arma attraverso i canali telematici indicati sul sito www.carabinieri.it”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X