facebook twitter rss

Scogliere: approvato nuovo progetto
di fattibilità per partecipare
a finanziamento regionale

FERMO - Il Comune parteciperà anche ad un bando per un pennello a Lido Tre Archi. Pulito l’alveo del fosso della Torre a Marina Palmense
martedì 18 settembre 2018 - Ore 18:27
Print Friendly, PDF & Email

interventi di pulizia dell’alveo, lungo 300 metri, del fosso della Torre a Marina Palmense

Facendo seguito all’assegnazione di somme che ogni anno la Regione Marche eroga per le opere di difesa costiera, la Giunta Comunale ha deliberato l’approvazione di un progetto di fattibilità tecnica ed economica per la manutenzione ed il ripristino dello stato originario di 3 scogliere emerse, di fronte alle concessioni Sombrero e Mauna Loa a Casabianca di Fermo.

“Progetto – spiegano dal Comune – che si somma alle azioni già messe in campo dall’amministrazione comunale sin dal suo insediamento sulla questione della difesa della costa e sulla manutenzione degli arenili che vede, ad esempio, la redazione della progettazione e l’ottenimento di finanziamenti per la realizzazione di opere di difesa costiera lungo il litorale sud di Marina Palmense, frutto dell’accordo di programma fra Comune, Regione e Rete Ferroviaria Italiana, che consisteranno nell’istallazione di cinque scogliere a mare, in grado di proteggere 900 metri di costa, che verranno poi posizionate nel tratto a sud delle scogliere emerse esistenti“.

“Quello delle scogliere di Marina Palmense – ha detto il sindaco Paolo Calcinaro – è un progetto molto atteso, l’inizio concreto di un procedimento che porterà a risolvere questa problematica che è stata affrontata con la radente messa sul lungomare, un sistema molto importante che toccherà anche la protezione della costa nord con la continuazione dei lavori già intrapresi. Inoltre la pulizia dei fossi andando incontro al periodo piovoso è una priorità per noi”.

A queste si è aggiunta la scogliera radente a terra, sempre a Marina Palmense, in particolare nel tratto a sud del Fosso Stella, i cui lavori si sono conclusi prima dell’estate, intervento fra quelli previsti per contrastare l’erosione costiera lungo il litorale fermano, con lavori finanziati da Comune e Edison per 170 mila euro.

“L’azione di difesa della costa e di prevenzione è portata avanti su più fronti – ha detto l’assessore ai lavori pubblici Ingrid Luciani – intercettando risorse o bandi regionali proprio per rendere al meglio la nostra costa e i nostri arenili con progetti specifici e mirati in base alle criticità delle singole zone e rispondere così alle esigenze che determinati tratti costa rappresentano per condizioni geomorfologiche”.

Sempre in tema di difesa costiera la Giunta Comunale ha deliberato in questi giorni anche la richiesta di compartecipare, insieme alla Regione Marche, alla realizzazione di un pennello/scogliera di 100 metri a Lido Tre Archi nei pressi della foce del fiume Tenna: considerando che la foce del Fiume Tenna in località Tre Archi negli ultimi anni ha subìto una continua evoluzione tale da interessare la zona di arenile e viste le richieste di opere a protezione nonché di scogliere emerse adiacenti la foce del fiume Tenna, l’Amministrazione Comunale, oltre agli interventi di ordinaria manutenzione, ha ritenuto di voler partecipare a questo bando regionale.

E in tema di attività preventiva idrogeologica in questi giorni tecnici e Uffici comunali sono stati impegnati in interventi di pulizia dell’alveo, lungo 300 metri, del fosso della Torre a Marina Palmense, azione propedeutica al naturale scorrimento delle acque nel fosso, soprattutto nei casi delle piogge autunnali e rendere così l’ambiente circostante nelle migliori condizioni idrogeologiche.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X