facebook twitter rss

Il derby è della Futura 96,
mastica amaro il
Monturano Campiglione

PROMOZIONE - Nel derby fermano della prima giornata di campionato, gli uomini di Gianni Clerici trionfano all'inglese grazie alle marcature di Cingolani e Giuliani. Sfortunati i calzaturieri di Nello Viti che colpiscono un palo ed una traversa sul parziale di 0-1
sabato 22 Settembre 2018 - Ore 18:56
Print Friendly, PDF & Email

L’ingresso in campo delle due squadre

MONTE URANO – Dopo due anni la Futura 96 riesce ad espugnare il Comunale di Monte Urano. Tanto era passato dall’ascesa in Promozione del Monturano Campiglione e da allora per il sodalizio di Capodarco una sconfitta (il 1 ottobre 2016, 2-1 con gol di Bosoni, Spinozzi e Vallesi) ed un pareggio (il 7 ottobre 2017, 2-2 con le reti di Viti, Spinozzi, Malaspina e Moretti) nella tana dei calzaturieri.

Quest’oggi, nella prima giornata del campionato di Promozione 2018/19, la Futura 96 riesce a piegare gli uomini di Nello Viti (al ritorno in panchina dopo sette anni di inattività). Una vittoria all’inglese ottenuta in maniera cinica e lucida, grazie ai sigilli di Cingolani a fine primo tempo e di Giuliani nella ripresa. Il Monturano Campiglione mastica amaro, perché non sfigura affatto, anzi può recriminare per un palo ed una traversa colpiti rispettivamente da Bracalente e Moretti quando il parziale era fermo sullo 0-1.

L’esultanza della Futura 96 al gol di Cingolani

IL TABELLINO

MONTURANO CAMPIGLIONE 0 (4-3-3): Isidori; Adami (17’ st Santini), Cerquozzi, Finucci, Daniele Viti; Alessio Smerilli (17’ st Tidiane), Cozzi, Bracalente; Malaspina (1’ st Luca Santarelli), Ulivello, Moretti. A disposizione: Sbattella, Fares, Polini, Morelli, Cardena, Caporaletti. All. Nello Viti

FUTURA 96 2 (4-3-3): Verone; Islami, Gobbi, Andrea Smerilli, Drammeh; Basili (17’ Dionea), Conte, Mancini (41’ st Capiato); Spinozzi (17’ st Fiumaroli), Cingolani (38’ st Marzan), Giuliani (31’ st Mannozzi). A disposizione: Paniccià, Belleggia, Vitellozzi, Alessio Santarelli. All. Gianni Clerici

RETI: 40’ pt Cingolani, 29’ st Giuliani

ARBITRO: Riccardo Latuga di Pesaro; assistenti Gregorio Maria Galieni di Ascoli Piceno, Valerio Paci di Ascoli Piceno

NOTE: Ammoniti Giuliani, Finucci, Isidori. Corner 10 – 1. Recupero +0’ +4’

L’esultanza della Futura 96 al raddoppio di Giuliani

LA CRONACA

Al Comunale di Monte Urano, dopo le rispettive vittorie in Coppa Italia con Montalto e Sangiorgese, per Monturano Campiglione e Futura 96 è tempo di ricominciare a fare sul serio anche in campionato.

Nel derby fermano della prima giornata del girone B di Promozione, i due tecnici, Nello Viti e Gianni Clerici, scelgono di affrontarsi in maniera speculare. I padroni di casa schierano un 4-3-3 con Cozzi in cabina di regia, supportato sugli esterni da Smerilli e Bracalente, mentre davanti il tridente Moretti, Ulivello e l’ex Malaspina. La formazione ospite risponde con lo stesso assetto: capitan Conte in mediana, Basili e Mancini ai lati e Spinozzi, Giuliani e Cingolani a formare il pacchetto offensivo.

In avvio parte meglio il Monturano Campiglione, sicuramente più spigliato e propositivo come testimoniano i 4 corner a 0 dei primi quarantacinque minuti di gioco. I locali costruiscono bene la manovra ma poi si dimostrano poco lucidi negli ultimi sedici metri. Lucidità che riaffiora al 13’ quando gli uomini di Viti imbastiscono un ottimo schema da calcio d’angolo: Bracalente tocca corto per Malaspina, il quale esce dai blocchi e pennella per Moretti, che all’altezza del dischetto tira a botta sicura ma Gobbi sulla traiettoria intercetta salvando il risultato.

Gli uomini di Clerici si affacciano dalle parti di Isidori sporadicamente affidandosi alle folate di un Cingolani troppo isolato e non assistito sugli esterni da Spinozzi e Giuliani. I calzaturieri ne approfittano e guadagnano terreno sempre dalla bandierina: al 32’ è Cozzi a costringere Verone al colpo di reni con un mancino indirizzato sotto l’incrocio.

Quando la prima frazione sembra destinata a concludersi con il parziale in ghiaccio, ecco che il Monturano Campiglione compie un harakiri. Al 40’ Cingolani servito in profondità dalle retrovie sprinta in avanti ed ingaggia un duello aereo con Viti, il quale però svetta al di sopra dell’estremo Isidori (che in uscita forse aveva chiamato a sé la sfera) e la spizza quel tanto che basta per scavalcare tutti ed apparecchiare il vantaggio dello stesso Cingolani, che sotto misura deve solo spingerla in rete.

La stretta di mano tra i due capitani: Francesco Conte ed Edoardo Cerquozzi

Nella ripresa la Futura prova a riprendere da dove aveva concluso la prima frazione, ma questa volta Cingolani non è freddo davanti ad Isidori che respinge.

Passano sei minuti e prende il via l’assedio locale: prima, dal quinto corner dell’incontro, Bracalente direttamente dalla bandierina impatta la faccia interna del palo, con la palla che attraversa tutta la porta e si spegne sul fondo. Poi al 56′ Moretti al limite dell’area costringe Verone al salvataggio in angolo e sul proseguo dell’azione Bracalente pesca la testa del solito Moretti che bacia la parte inferiore della traversa.

Per i locali la sfera non ne vuole sapere di entrare ed allora i capodarchesi ne approfittano: liscio difensivo del duo Cerquozzi-Finucci e diagonale facile facile per Giuliani che si ritrova solo davanti ad Isidori.

Il doppio svantaggio spezza le gambe ai padroni di casa, che pagano a livello psicologico gli errori commessi in fase difensiva, e spegne ogni possibile tentativo di rimonta.

Leonardo Nevischi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X