facebook twitter rss

“Il vero cambiamento passa da noi”,
Ranalli e la sua ‘Montegranaro Insieme’
si presentano in piazza

MONTEGRANARO - Il candidato sindaco: "Abbiamo un progetto di sviluppo del paese che è in declino: la politica non ha saputo rispondere alle esigenze dei cittadini. Noi senza palco, stiamo tra la gente". Con lui la candidata Fi alle europee, Rozzi, e la coordinatrice provinciale Fi, Marcozzi
Print Friendly, PDF & Email

di Marco Pagliariccio

Concentrare le energie nel costruire qualcosa di nuovo anziché lamentarsi del vecchio. Partendo dal centro storico. Questo l’obiettivo che si prefigge la lista Montegranaro Insieme, che oggi pomeriggio si è presentata in una piazza Mazzini assiepata da un centinaio di persone. Al fianco del candidato sindaco Demis Ranalli, oltre al resto della lista che lo sosterrà nella corsa a primo cittadino, anche la candidata al Parlamento Europeo Anna Maria Rozzi e la coordinatrice provinciale di Forza Italia Jessica Marcozzi. Tra musica, arte (con la performance live dello street artist milanese Daniele Attia che ha realizzato alcuni dipinti che saranno donati al Comune) e gli immancabili panini con la porchetta, il gruppo ha voluto lanciare un messaggio: ripartiamo dal borgo antico per rilanciare la città con un nuovo modello di sviluppo, a partire da un nuovo piano energetico ambientale comunale.

A circondare Ranalli i suoi 16 compagni di viaggio: Stefano Borioni, Marco Cinquantini, Denso D’Amario, Roberta Di Battista, Mauro Fagiani, Krizia Francia, Diego Gentili, Luca Lucentini, Cinzia Mennoia, Anna Maria Porfiri, Davide Rendina, Simona Salvatelli, Mirko Sbaffoni, Giampaolo Svampa, Edoardo Vitali, Sara Zengarini.

“Tutti i nostri detrattori dicevano che avevamo alzato un pò troppo l’asticella – ha ribadito Ranalli – ma oggi siamo qui. Il cambiamento passa da noi, non da coloro che hanno promesso per anni e non l’hanno mai fatto. Noi non promettiamo nulla, ma abbiamo un progetto di sviluppo globale del paese. Da qui a vent’anni riporteremo la città ai fasti degli anni ’80. Montegranaro è in declino perché la politica non ha saputo rispondere alle esigenze dei cittadini. Siamo senza palco perché vogliamo stare tra la gente. Questi sedici ragazzi sono nuovi della politica, io ho fatto una piccola esperienza ma il cambiamento sta arrivando. E se non sarà ora sarà fra cinque anni. Negli anni Ottanta c’era una visione, la città fabbrica o la città giardino. E noi abbiamo l’obiettivo di una città vivibile, smart. I primi cento giorni di governo li passeremo a convincere chi non ci ha votato a sostenerci. Noi vogliamo unire con le idee e cambiare il paese partendo da qui, dalla piazza. Siamo partiti con una settimana di ritardo perché abbiamo dovuto lavorare al Tar. È stata la nostra prima vittoria, una prova del nostro coraggio. Ma con la parola che abbiamo scelto come motto: Insieme».

Europa e Montegranaro, così lontane ma anche così vicine per la Marcozzi, che ha ribadito la vicinanza dei forzisti al gruppo. “Forza Italia è vicina agli imprenditori e mai come adesso è visibile questa realtà – ha sottolineato la coordinatrice provinciale – stiamo vivendo una crisi senza precedenti e questo Governo sta trascinando l’Italia nel baratro. Noi vogliamo un sovranismo europeo, non nazionale. Come fa altrimenti l’Italia a contare in Europa? E’ importante votare Forza Italia perché sarà all’interno del Partito Popolare e le Marche ci vogliono essere con Anna Maria Rozzi. Votare Ranalli perché è l’unica lista di centrodestra puro, Gismondi ha accolto Sinistra Italiana”.

Anna Maria Rozzi, figlia dell’indimenticato presidente dell’Ascoli Costantino, si è presentata al popolo forzista nella difficile corsa verso Bruxelles. “L’Europa non dovrà mai sostenere l’identità territoriale, da lì deve venire fuori la sua politica. L’Europa può farci riappropriare dei nostri prodotti proteggendoli. Forza Italia sta nel cuore del Partito Popolare, quello che decide le linee guida dell’Europa, a differenza della Lega o delle altre forze sovraniste».

Ora la campagna elettorale di Montegranaro Insieme può partire per davvero. Ed entrerà nel vivo questo mercoledì quando, alle 14.30 all’Hotel Horizon arriverà il presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti