facebook twitter rss

La Recensione
American Animals: Realtà conflittuali mordono in questo thriller di autentica criminalità

Per gli appassionati di cinema, la recensione di Eraldo Di Stefano
Print Friendly, PDF & Email

di Eraldo Di Stefano

Iniziamo dicendo che il film è ispirato ad una rapina realmente avvenuta, nel 2004, alla Transylvania University di Lexington. I veri protagonisti della vicenda, rispettivamente Warren Lipka (Evan Peters), Spancer Reinhard (Barry Keoghan), Chas Allen (Blake Jenner), Eric Borsuk (Jared Abrahamson) e Betty Jean Gooch (Ann Dowd), appaiono nel film nel ruolo di loro stessi.

La storia riguarda una rapina ad una biblioteca colma di libri vecchi e rari, per un valore totale di 12 milioni di dollari. Scritto e diretto dal britannico Bart Layton, lo stesso che realizzo nel 2012 il documentario The Imposter sul famigerato truffatore francese Frédéric Bourdin usando interviste e testimonianze drammatiche, il film si sviluppa utilizzando la stessa tecnica e la stessa modalità narrativa, lasciando sempre in primo piano le ricostruzioni come corpo principale. Un furto incredibilmente audace e incredibilmente stupido al contempo, gli autori della rapina si erano ripromessi che nessuno si sarebbe fatto male, sarebbe bastato neutralizzare temporaneamente Betty Jean Gooch, la donna di mezza età che lavorava nella biblioteca.

Nel 2003 Spencer Rheinhard era uno studente d’arte presso l’esclusiva Transylvania University di Lexington nel Kentucky, egli divenne ossessionato dalla raccolta mal custodita di importanti libri americani, presente nella biblioteca del college, in particolare il volume di John James Audubon, Birds of America. All’inizio nata come uno scherzo, con Spencer che tira fuori l’idea di rubare il libro, probabilmente più per impressionare il suo amico Warren Lipka che parlando seriamente, incontra invece l’immediato interesse di Warren che recluta altri due studenti, Erik e Chas, un atleta alfa e un giovane imprenditore.

La storia è avvincente, sincera, assorbe ed emoziona lo spettatore. Le interpretazioni degli attori sono misurate, riuscendo ad approfondire da più angolazioni gli aspetti dei protagonisti reali della storia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X