facebook twitter rss

Del Vecchio furioso contro l’amministrazione sangiorgese: “Fermo fa, Porto San Giorgio dorme”

PORTO SAN GIORGIO - Carlo Del Vecchio: "L’amministrazione sangiorgese che fa? Dorme. La Baldassarri? Sonni profondi. La verità è che con questa amministrazione e certi assessori Porto San Giorgio è ormai irriconoscibile, tutto morto"
Print Friendly, PDF & Email

 

“E come si fa a non elogiare l’amministrazione di Fermo dopo la marea di persone che ha invaso Casabianca per il Jova Beach Party? Noi invece siamo sempre più una città fantasma. L’amministrazione sangiorgese che fa? Dorme. La Baldassarri? Sonni profondi”.  Carlo Del Vecchio che non usa mezzi termini per commentare il grande successo del Jova Beach Party a Casabianca di Fermo e attaccare la giunta sangiorgese in materia di programmazione estiva, partendo dall’assessore Elisabetta Baldassarri.

“Devo fare i complimenti all’amministrazione Calcinaro e ringraziare tutta la macchina sicurezza, Prefettura, Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia stradale e autostradale, Capitaneria di Porto, Vigili del Fuoco, Polizia Municipale, Protezione civile, Pubblica assistenza e 118, Associazioni di volontariato che hanno svolto un lavoro, faticosissimo ma eccezionale – spiega il consigliere di Forza Italia sangiorgese – Fermo ha, sì rischiato, ma ha fatto centro. Noi, invece, che avevamo certamente tutte le carte in regola per accogliere un simile evento, a partire dal tessuto commerciale, siamo stati a guardare, l’amministrazione l’ha quasi snobbato. Silvestrini non è stato richiamato dagli organizzatori? Ma non scherziamo. La verità è che con questa amministrazione e certi assessori Porto San Giorgio è ormai irriconoscibile, tutto morto. E non siamo nemmeno una località termale, per riposare, almeno potremmo sfruttare certe ricchezze naturali. Abbiamo al massimo 50 giorni d’estate e non facciamo nulla neanche in questo periodo, non offriamo nulla. Fermo, invece, ha colto al volo l’occasione. Un po’ mi dispiace dover elogiare Fermo e un’amministrazione che certo non mi appartiene. E mi dispiace ancora di più perché la mia Porto San Giorgio è in questo stato comatoso. Non è campanilismo. E’ rabbia per un potenziale che stanno gettando alle ortiche. E altri, invece, crescono. Qui non è nemmeno questione di politica: una città ha bisogno di gente operativa, non di bandiere. Fermo fa, Porto San Giorgio dorme”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X