facebook twitter rss

Rifiuti, controreplica di Vecchi a Petrini:
“I dati della differenziata
merito dei cittadini,
Tari non solo invariata ma aumentata!”

MONTEGIORGIO - "Risposta da campagna elettorale – polemizza Vecchi – le alte percentuali di raccolta differenziata evidenziate dall’assessore Petrini sono tali grazie al virtuosismo dei cittadini che si adoperano al meglio, ma rimangono dei punti sui quali l'amministrazione preferisce chiudere un occhio a discapito della popolazione"
Print Friendly, PDF & Email

 

Simone Vecchi

di Marco Pagliaricco

Continua  il dibattito politico tra minoranza e maggioranza a Montegiorgio in merito ai rifiuti. Dopo che la maggioranza ha respinto con decisione la mozione avanzata dai 5 Stelle con la richiesta di recedere dal contratto con la ditta appaltatrice del servizio, il capogruppo pentastellato Simone Vecchi torna all’attacco per ribattere alle dichiarazioni dell’assessore Alan Petrini. Quest’ultimo, nella sua risposta al capogruppo grillino, aveva fatto notare come i benefici raccolti con il contratto siglato nel 2017 siano stati notevolmente superiori ai costi.

“Risposta da campagna elettorale – polemizza Vecchi – le alte percentuali di raccolta differenziata evidenziate dall’assessore Petrini sono tali grazie al virtuosismo dei cittadini che si adoperano al meglio, ma rimangono dei punti sui quali l’amministrazione preferisce chiudere un occhio a discapito della popolazione, che potrebbe avere sensibili miglioramenti nella qualità del servizio. La percentuale indicata da Petrini, tra l’altro, è un picco mentre la media si attesta al 73-74%. Un risultato comunque importante, ma che non dà un reale vantaggio al cittadino, che si ritrova una Tari non solo invariata, ma anzi aumentata con l’ultimo aggiornamento delle tariffazioni».

Quale sarà la prossima puntata di una querelle che va avanti ormai da un anno? Massimiliano Gentili di Una nuova stagione per Montegiorgio aveva annunciato che gli atti saranno passati al vaglio da “altri enti”, senza però precisare tempi e modalità di eventuali ulteriori azioni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti