facebook twitter rss

Antonioli: ”Ottimi contro il Sudtirol,
adesso vogliamo far bene a Padova”

SERIE C - Il tecnico gialloblù, nella tipica conferenza stampa di inizio settimana, ha ripercorso la gara vinta domenica scorsa al Bruno Recchioni prima di gettare l'occhio sul prossimo impegno di torneo, quello in casa dei biacorossi veneti
Print Friendly, PDF & Email

di Paolo Gaudenzi

 

FERMO – “Sono soddisfatto, domenica abbiamo sofferto i primi venti minuti poi siamo venuti fuori anche in fase di costruzione, con un gol da far vedere alle scuole calcio. Complimenti ai ragazzi, il merito è tutto loro. Allo staff fa senza dubbio piacere vedere che quello che cerchiamo di mettere in campo in allenamento si concretizza poi in partita”.

Apre con queste parole mister Mauro Antonioli (foto) nella canonica conferenza stampa di inizio settimana. Il tecnico canarino sorride alla vittoria, seconda consecutiva dopo il derby in casa della Samb, maturata domenica in rimonta in casa e sul Sudtirol.

“Su come affrontare la partita vinta abbiamo deciso giovedì: fare la guerra a livello fisico non aveva senso, i nostri giocatori offensivi strutturati, pur avendo la mia stima, sarebbero stati messi in difficoltà dalla retroguardia ospite: quindi abbiamo scelto di giocare speculando sul loro punto debole, scegliendo la velocità d’azione ed ecco quindi un attacco di rapidi brevilinei”, ha precisato.

“I ragazzi hanno ora acquisito la giusta mentalità tattica, passando in corsa a moduli diversi anche durante la stessa partita – la spiegazione del mister -. Possiamo difendere in un modo e costruire in un altro. Petrucci e D’Angelo, di ruolo ma non disponibili, domenica sono stati sostituiti da un centrocampista come Ricciardi, dotato di caratteristiche sicuramente diverse ma con compiti applicati al caso specifico”.

“Tabelle di marcia? E’ un campionato difficile ed equilibrato, possiamo perdere e vincere con tutti. Abbiamo sbagliato poche gare, le prestazioni come ho sempre detto ci sono state pressoché dall’inizio, adesso abbiamo solo preso consapevolezza e fiducia sui nostri mezzi e sulla maturità tattica acquisita – ha specificato Antonioli -. Dal mercato sono giunti elementi come Neglia ed Esposito, con esperienza, caratura tecnica e personalità di livello. Pedine utili alla causa senza dubbio e giunte a Fermo in condizioni fisiche ottimali. Brava la società a prenderli”.

“Speriamo quindi di mantenere questo passo anche a Padova – l’occhio gettato sul prossimo impegno di torneo -, massimo rispetto per loro, giocatori e staff, ma andremo con grande voglia di fare bene, con intensità, cercando di fare il meglio possibile. Non andremo di certo da rinunciatari, sarebbe difficile tornare a casa con punti in quella maniera. In settimana vedremo le ultime partite effettuate dai padovani e valuteremo al meglio come affrontarli”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X