facebook twitter rss

Spi Cgil, attivato un servizio di
supporto psicologico agli anziani

CORONAVIRUS - In piena emergenza da covid 19, l'articolazione del sindacato vicino alla terza età ha predisposto diversi numeri di telefono a disposizione di soggetti soli ed in difficoltà. Per urgenze, sarà possibile fissare appuntamenti
Print Friendly, PDF & Email

Il segretario dello Spi di Fermo, Paolo Filiaci

Il sindacato pensionati Spi Cgil, in questo momento difficile, è vicino ai pensionati e agli anziani con la raccomandazione di restare a casa e rispettare le regole per non contrarre e diffondere il corona-virus.

D’intesa con L’Auser, l’associazione di volontariato promossa e costituita dallo Spi Cgil, si è attivato un servizio di supporto psicologico attraverso l’ascolto soprattutto degli anziani che vivono soli in casa con dei numeri di telefono pubblicati dall’Auser di Fermo.

Lo Spi Cgil è in contatto continuo e costante con gli ambiti Sociali n.19 di Fermo, n.20 di Porto Sant’Elpidio e 24 per la zona montana per conoscere e supportare, interferendo con chi ha le competenze politiche, le attività a favore degli anziani, diversamente abili e portatori di disagio psichico.

“Attualmente  – ha assicurato il dottor Ranieri, coordinatore dell’Ambito sociale n. 19 di Fermo – il servizio di assistenza sociale si può contattare a mezzo telefono (i numeri sono sul sito internet degli ambiti sociali, ndr) e per eventuali urgenze si può ottenere un appuntamento, ovviamente con tutti gli accorgimenti per evitare il contagio da coronavirus. E’ garantita l’assistenza domiciliare, il progetto sollievo e il servizio di educativa scolastica in video chiamata”.

“Nelle case di riposo la priorità è non far entrare il contagio – ha proseguito – impedendo a parenti ed estranei di entrare e sanificando costantemente tutti gli oggetti, i locali, le stanze da letto con specifici prodotti disinfettanti. Questa particolare attenzione verso gli anziani nelle Case di riposo mi è stata assicurata al telefono dai diversi responsabili della gestione delle case di riposo del fermano, il professor Antonio Bruni della Picena che ha la gestione della Casa di riposo di Montegiorgio, dai responsabili della Casa di Riposo Sassatelli di Fermo e dagli addetti di altre Case di riposo”.

Nel frattempo è importante rispettare le regole rimanendo a casa per uscire prima possibile da questo momento difficile. Per l’essenziale come la spesa e i medicinali, quasi tutti gli esercenti di riferimento hanno attivato il servizio di consegna a domicilio, è sufficiente una telefonata rimanendo, si sottolinea, il più possibile a casa. Il Comune di Fermo (tel. 0734.225674) e altri Comuni, hanno attivato un servizio di assistenza per spesa alimentare e medicinali ai soggetti fragili o non autosufficienti con il supporto dei servizi sociali e i volontari della protezione civile.



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X