facebook twitter rss

”La Strada degli Orafi”, per un Natale
all’insegna della Confartigianato

INIZIATIVA - Dal 12 dicembre corrente al 6 gennaio 2021 le opere di nove orafi riconducibili allo sportello maceratese, ascolano e fermano, saranno in mostra nel centro di Macerata
Print Friendly, PDF & Email

 

Paolo Capponi

In queste Feste, a brillare tra le vetrine delle attività del centro storico di Macerata ci saranno anche le eccellenze dell’arte orafa.

La strada degli orafi è l’iniziativa promossa da Confartigianato Imprese Macerata-Ascoli Piceno-Fermo con la forte sinergia del Comune di Macerata e la collaborazione dei commercianti maceratesi, e vedrà nove imprese dell’alta gioielleria presentare all’interno di altrettanti e rappresentativi negozi del centro di Macerata creazioni orafe in pezzi unici. L’appuntamento è a calendario dal 12 dicembre al 6 gennaio 2021.

Per dare un ulteriore slancio al centro storico, amplificando una rete virtuosa, l’associazione ha voluto da una parte illuminare ulteriormente le attività commerciali maceratesi, dando ai clienti la possibilità di ammirare opere di alta gioielleria. Dall’altra permettere agli orafi uno spazio aggiuntivo per far conoscere le proprie qualità.

Si costruirà così un percorso del bello con un’interessante contaminazione tra moda e gioielli, contribuendo ad accrescere le opportunità promozionali e commerciali dei partecipanti. L’idea rientra nella programmazione di “A Natale Acquistiamo Locale”, il progetto di Confartigianato che fa parte della più ampia campagna #acquistiamolocale. Una campagna che guarda alle nostre eccellenze anche per i doni natalizi, perché mai come in questo periodo festivo è fondamentale essere al fianco del settore produttivo.

Come spiega Giuseppe Verdenelli, presidente del Gruppo Orafi di Confartigianato Macerata-Ascoli Piceno-Fermo, “La gioielleria è sempre stata considerata un’arte nobile. Il gioiello è realizzato oltre che per celebrare momenti di vita, anche per donare gioia e bellezza. Il nostro settore è fortemente legato alla moda e al design e riesce ad esprimere la creatività ed il buon gusto anche in questi ambiti che caratterizzano il nostro Made in Italy . E’ pure per questo che la collaborazione tra laboratori orafi e negozi di prestigio diventa un fattore di attrattività e di richiamo di qualità e di promozione sinergica”.

Paolo Capponi, responsabile settore Moda Confartigianato Imprese Macerata-Ascoli Piceno-Fermo, aggiunge che sono 394 le imprese orafe della regione Marche: di queste, 84 appartengono alla provincia di Macerata, 119 a quella di Ascoli Piceno e 67 alla provincia di Fermo.

Giuseppe Verdenelli

“Con questa iniziativa – continua Capponi – troveremo per le strade maceratesi un piccolo museo che sarà spaccato di arte orafa. Che si contraddistingue per la sua bellezza, unicità e genialità. I nostri artigiani saranno accolti da alcuni dei più bei negozi del centro di Macerata, dove sarà allestito, per l’occasione, un apposito corner che permetterà sia ai clienti abituali che ai visitatori giunti per l’occasione, di ammirare le creazioni orafe e nel contempo le collezioni dei negozi ospitanti”. In questo momento storico – conclude Capponi – è estremamente importante creare sinergie e trovare strategie condivise per meglio affermare tutte le attività produttive dei nostri territori. La nostra Associazione ha lanciato la campagna promozionale #comprolocale proprio per incentivare ed esortate tutti ad acquistare, soprattutto in questo periodo del Natale, nei punti vendita locali. Preferendo produzioni che appartengano al vero Made in Italy. Vorremmo fare un sincero ringraziamento a tutti i negozianti del centro e all’amministrazione comunale di Macerata, al suo sindaco Sandro Parcaroli e al suo Assessore Laura Laviano”.

La strada degli orafi vede la partecipazione di Meletani Loft e Verdenelli Giuseppe, Mila e Perucci Lorenzo, Ibro Milena Boutique e Cestarelli Donatella, Di Pietro Donna e Verdini Stefano, Domizioli e Ripa Massimo, Galleria Ferretti e Gentili Alarico, Ottica Tasselli e Moriconi Maria Rosaria, Di Pietro Uomo e Baldassarri Elena e Romano Uomo e Nocelli Sandro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X