facebook twitter rss

Cure oncologiche,
al vaglio della Regione importanti
misure di sostegno

SANITA' - Avviato l’esame di due proposte di legge per sostenere le spese dei pazienti oncologici, anche attraverso l’erogazione di specifici benefici di natura economica relativi a viaggi, vitto e alloggio per cure fuori dall’Area Vasta di riferimento ed oltre i confini marchigiani. Previsto il rimborso spese anche per un eventuale accompagnatore
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Elena Leonardi

Verranno probabilmente abbinate in un unico testo le proposte di legge in materia di cure oncologiche che sono prevenute all’esame della commissione sanità.

Una prima proposta di legge, a firma del gruppo della Lega, è titolata “Provvidenze a sostegno dei pazienti oncologici”, la seconda, ad iniziativa dei consiglieri del gruppo Fratelli d’Italia, ha come titolo “Rimborso delle spese a supporto delle cure oncologiche”.

Relatori sono stati nominati i consiglieri Giorgio Cancellieri (Lega) e Simona Lupini (M5S), sulla prima, e Elena Leonardi (FdI) e Simona Lupini (M5S), sulla seconda. Entrambe le pdl sono sostanzialmente finalizzate a erogare contributi a pazienti oncologici e loro familiari che, per le cure e il trattamento terapeutico, devono recarsi fuori regione o comunque spostarsi all’interno del territorio regionale, ma fuori dal proprio domicilio, per propria scelta nella logica della migliore risposta alla rispettiva necessità.

Le proposte di legge individuano nelle spese di viaggio, per il vitto e per l’alloggio (debitamente documentate, limitatamente al tempo di cura e per percentuali definite) quelle riconoscibili per ottenere il contributo. “Con la proposta di legge di cui sono prima firmataria ho voluto recuperare un impegno preso già nella scorsa legislatura – ha sottolineato la presidente della commissione, Elena Leonardi – quando fu abrogata la legge in favore dei soggetti in trattamento radioterapico, sostituendola in via amministrativa con un contributo di solidarietà. Un dovere nei confronti dei malati oncologici – ha poi aggiunto – confermato da un impegno di spesa nel bilancio di previsione di 2 milioni di euro per il 2021 e 2 milioni 450 mila euro per ogni annualità 2022 e 2023”.

Per Giorgio Cancellieri “si va nella direzione richiesta dagli stessi malati oncologici che spesso, per curarsi, devono andare in strutture ubicate al di fuori dell’Area Vasta di riferimento o addirittura fuori regione. In particolare, poi, la pdl di cui sono primo firmatario, prevede rimborsi anche per l’accompagnatore e nel caso della prima visita e le successive di controllo”. Per la vice presidente Simona Lupini, relatrice di minoranza su entrambe le proposte, si tratta di “provvedimenti importanti che hanno trovato d’accordo tutte le forze politiche. Un impegno doveroso quello di ripristinare i fondi a favore dei pazienti oncologici, da portare a compimento in breve tempo e da attuare in modo trasparente ed equo”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti