facebook twitter rss

Tamponi rapidi all’Ipsia Ricci,
screening ad oltre 100 studenti prima degli stage
la dirigente: “Tutti negativi”

FERMO - Cinque classi erano in presenza, pertanto se ci fosse stato un solo caso positivo in una classe, tutti i compagni sarebbero stati messi in quarantena, e avrebbero dovuto rinviare l’esperienza di PCTO.
Print Friendly, PDF & Email

 

Prevenzione e controllo all’interno di un istituto scolastico. E’ il caso dell’Ipsia di Fermo, che ieri 26 febbraio, ha potuto effettuare il tampone rapido a tutti gli alunni delle classi terze che devono iniziare il PCTO, ovvero gli stage nelle aziende, nel mese di marzo. Una campagna di screeng che è stata possibile grazie anche al prezioso intervento delle infermiere Maria Blasi, Francesca Trovatelli, Barbara Rossetti, Miriam Tassetti, Maria Cristina Testaguzza e del Dottore Giuseppe Braico, tutti volontari.

“Eravamo preoccupati degli ultimi dati diffusi a livello nazionale relativi all’aumento dei contagi, soprattutto tra i giovani, e ci sentivamo responsabili nei confronti delle aziende ospitanti e del sistema produttivo locale, per questo abbiamo deciso di intraprendere questa iniziativa”.

Per consentire a tutti gli studenti l’accesso al tampone rapido la scuola si è fatta carico dell’acquisto dei test. Cinque classi erano in presenza, pertanto se ci fosse stato un solo caso positivo in una classe, tutti i compagni sarebbero stati messi in quarantena, e avrebbero dovuto rinviare l’esperienza di PCTO.

I tamponi processati sono stati più di 100, e il fatto che non sia emerso nessun positivo è rassicurante sull’azione di prevenzione operata dalla scuola. “All’inizio dell’anno scolastico alcuni ragazzi erano restii a rispettare le misure previste dalla scuola, ma con il passare delle settimane l’azione educativa ha prodotto i suoi frutti, siamo rassicurati da questo risultato, e soprattutto i ragazzi possono andare in stage in sicurezza” conclude la Dirigente dell’IPSIA Annamaria Bernardini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti