facebook twitter rss

Ordinanza sindacale
per la tutela del fratino

FERMO - Il primo cittadino Calcinaro, a dimostrazione della sensibilità dell'amministrazione per la salvaguardia delle specie animali e vegetali dell'area in cui sorgono, ha firmato l'atto che resterà in vigore fino al prossimo 30 luglio nel tratto di spiaggia ricompreso tra il quartiere di Casabianca, compreso tra la duna artificiale delimitante la fascia verde a ovest, la linea di battigia a es), la linea coincidente con i bagni pubblici di fronte a piazzale Piccolomini a sud e la concessione Bagni Anna a nord
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco Paolo Calcinaro

Dalla fine del mese di febbraio nel tratto di arenile del quartiere di Casabianca, compreso tra la duna artificiale delimitante la fascia verde di Casabianca (a ovest), la linea di battigia (a est), la linea coincidente con i bagni pubblici di fronte a piazzale Piccolomini (a sud) e la concessione “Bagni Anna” (a nord), è vietato arrecare disturbo all’attività riproduttiva della specie Fratino (Charadrius alexandrinus), attraverso qualunque comportamento che possa compromettere o porre a rischio l’azione di cova, la schiusa delle uova, la buona e sicura crescita dei piccoli, sulla base delle disposizioni di legge; ed in particolare, nel periodo compreso fino al 30 luglio 2021 sono stati disposti dei divieti, contenuti nell’ordinanza sindacale numero 9.

Ordinanza volta a tutelare questa specie che nidifica esclusivamente nelle spiagge, è a rischio in Italia in quanto la sua popolazione è drasticamente diminuita nelle coste italiane negli ultimi venti anni e per questo motivo è particolarmente tutelata dalle normative nazionali. Il Comune di Fermo ha avviato già da qualche anno, in accordo con le associazioni ambientaliste del territorio, un’azione di restauro ambientale relativo al patrimonio vegetale dell’area ed ha adottato tutte le misure possibili, da un lato per informare la cittadinanza sulla necessità di salvaguardare questa specie e dall’altro per salvaguardare la vita e la possibilità riproduttiva di tutti gli individui presenti sul posto.

“Con questa ordinanza, che rinnoviamo ogni anno, siamo a confermare l’attenzione dell’amministrazione comunale per la salvaguardia delle specie animali, come il fratino, e vegetali di quest’area – le parole dell’assessore alle politiche ambientali, Alessandro Ciarrocchi – proprio perché riteniamo che quest’area costituisca un’importante risorsa ambientale del territorio ma anche turistica. Non a caso, nel novero delle azioni portate avanti in questi anni, oltre alle iniziative sulla pulizia della spiaggia in collaborazione con le associazioni ambientaliste che ringraziamo per l’impegno ed il lavoro che portano avanti, abbiamo anche installato una cartellonistica informativa, a beneficio di chi vuole conoscere e avere informazioni su un’area che tuteliamo e in cui crediamo, anche con piccole ma significative azioni che abbiamo condotto, come ad esempio la messa a dimora di essenze che favoriscono l’habitat del fratino. Il nostro impegno va avanti anche grazie alla collaborazione dei cittadini e tutti coloro che amano l’ambiente, rispettando in primis regole basilari ma importanti come questa ordinanza contempla”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti