facebook twitter rss

Cna, doppio appuntamento: convegno e rinnovo delle cariche del settore autotrasporti

FERMANO - Domani, sabato 10 aprile alle 9.30, sulla piattaforma Zoom arriva "In attesa dei droni, ascolto e confronto sui temi dell'autotrasporto merci e persone", approfondimento organizzato dalla Fita. A seguire il rinnovo dei relativi quadri dirigenziali, e dei rispettivi gruppi di lavoro territoriali, come previsto dal rinnovato statuto
Print Friendly, PDF & Email

Emiliano Tomassini, vertice del segmento Fita, i trasportatori aderenti alla Cna

“In attesa dei droni, ascolto e confronto sui temi dell’autotrasporto merci e persone”: la Fita, storica sigla della Cna nel mondo dell’autotrasporto, si dà convegno sabato 10 aprile, ore 9.30, per fare un pit stop sul settore del trasporto merci e persone e per rinnovare le cariche sociali di mestiere nelle rispettive realtà territoriali delle Cna di Ascoli Piceno, Fermo e Macerata.

Un evento congiunto on line, piattaforma Zoom, come ormai di questi tempi anche gli autotrasportatori si sono abituati a fare, per un appuntamento che, al di là degli adempimenti statutari, è un’opportunità di incontro per gli imprenditori alle prese con problemi vecchi e nuovi nel trasporto di persone e cose.

“In attesa dei Droni, Ascolto e Confronto sui temi dell’Autotrasporto Merci e Persone” è il titolo provocatorio della parte convegnistica che prevede la partecipazione di Luciano Barattini, portavoce nazionale Fita Cna trasporto merci, Roberto Grazioli e Riccardo Battisti, rispettivamente presidente e responsabile regionale della Fita Cna delle Marche. E’ previsto l’intervento dell’assessore regionale Guido Castelli che, tra le altre deleghe, ha quella ai trasporti e reti regionali di trasporto.

Un’occasione, secondo l’associazione, per condividere situazioni che, sempre più esasperate, caratterizzano il settore e per cercare insieme la ragionevolezza di proposte ed azioni in grado di affrontare alcuni dei nodi che la categoria quotidianamente si trova ad affrontare.

“I dati sono rappresentativi di una realtà di impresa che, se da un lato ha bisogno di ammodernamenti, dall’altro non riesce a programmare il futuro e gli investimenti – dicono dalla Cna -. Se poi si dovesse eliminare il recupero delle accise, un parziale rimborso del maggior costo, oltre il costo industriale, che mette l’Italia ai primi posti per il prezzo di gasolio in Europa, allora sarebbe la disfatta per la maggior parte delle imprese. Le tre realtà provinciali sono tutte caratterizzate, come la regione Marche, dal segno meno nel confronto dei dati al 28 febbraio 2021 rispetto alla stessa data del 2011: un periodo di osservazione di 10 anni che non lascia troppo spazio alla fantasia e che ha dinamiche negative differenti nei tre territori provinciali osservati”.

“C’è una perdita di peso specifico del segmento trasporto nel quadro delle singole economie provinciali che va ben indagata per garantire la tenuta di un settore che resta fondamentale per far girare l’economia”, hanno concluso. Al termine della parte convegnistica, anche la Fita Cna di Fermo con il suo presidente del settore, Emiliano Tomassini, procederà al rinnovo dei quadri dirigenti e dei rispettivi gruppi di lavoro territoriali, come previsto dal rinnovato statuto della Cna. Per partecipare alla parte pubblica, le credenziali di accesso vanno richieste a mezzo mail a: iscrizioni@cnafermo.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti